Migliore pasta termica

Ultimo aggiornamento su da Nicholas Frost

Molti giocatori PC stanno cercando di raffreddare le loro GPU e CPU acquistando una pasta termica senza informarsi adeguatamente. Prima di bloccare un acquisto, è necessario conoscere alcune cose prima di effettuare l’acquisto, per essere sicuri di avere la migliore pasta termica per il proprio impianto di gioco.

Guida all’acquisto della migliore pasta termica

Tipi di pasta termica

Ecco i principali tipi di pasta termica o composto termico che tipicamente si trovano sul mercato attuale:

  • Silicio/ceramica

Questo tipo di composto termico utilizza polvere ceramica o ossidi metallici che sono sospesi attraverso un composto siliconico. Offrono grandi prestazioni e sono spesso più economici rispetto ai loro omologhi in carbonio e metallo.

Gli ossidi metallici comunemente usati per questi composti termici includono l’ossido di alluminio, il nitruro di alluminio, il nitruro di boro, il biossido di silicio e l’ossido di zinco. Questi ossidi metallici influenzano notevolmente le prestazioni e la qualità di una pasta termica, insieme a poche altre particelle. I composti termici silicio/ceramici hanno una bassa conducibilità elettrica e sono spesso di aspetto da grigio a bianco.

La conducibilità termica dei composti che rientrano in questo tipo è molto buona, e sarà sempre una buona opzione per chiunque abbia un budget limitato. Tuttavia, si consiglia di evitare le paste termiche a base di silicone puro, in quanto offrono prestazioni di conduttività termica inferiori alla media.

  • Metallo

Se volete la migliore pasta termica in termini di prestazioni, un composto termico a base di metallo è quello che state cercando. I composti per dissipatori che rientrano in questo tipo utilizzano particelle metalliche come riempitivo, con conseguente elevata conducibilità termica.

L’argento e l’alluminio sono spesso le particelle più utilizzate per i composti termici a base metallica e sono tipicamente costosi a causa dei materiali che utilizzano (il primo è particolarmente costoso). Le paste termiche metalliche sono generalmente di colore grigio o presentano una lucentezza argentea.

Questo è più adatto per coloro che vogliono un alto rendimento per il gioco intensivo o per le persone che regolarmente overclock il loro sistema PC. Tuttavia, si dovrebbe evitare di usarlo se l’attuale impianto è dotato di overclock sotto lo zero, utilizzando come refrigerante l’azoto liquido.

Il più grande svantaggio di questo tipo di composto termico è che sono capacità e conducibilità molto elettriche, quindi richiedono una cura extra quando li implementate nel vostro impianto. Fare un lavoro scadente potrebbe mandare in cortocircuito i vostri componenti e danneggiarli. Queste paste termiche hanno anche un tempo di polimerizzazione medio di 200 ore, che è molto lungo rispetto agli altri tipi.

  • Carbonio

Questi composti termici hanno prestazioni simili alle loro controparti metalliche. Questi utilizzano comunemente polvere di grafite, polvere di diamante, polvere di ceramica e ossido di grafite come riempitivi, e di solito hanno un aspetto grigio.

Hanno una conducibilità termica quasi pari a quella dei composti metallici termici, e sono generalmente altrettanto costosi, soprattutto se si confrontano i loro prezzi con quelli dei composti silicio/ceramici. Un aspetto positivo della pasta termica al carbonio è che sono elettricamente non capacitivi e non conduttivi, a differenza delle paste termiche metalliche.

  • Pasta termica ibrida

Un composto termico ibrido contiene una miscela di particelle all’interno di una sola pasta. Per esempio, questo tipo di pasta può utilizzare una miscela di particelle metalliche, ossidi metallici e alcuni materiali non rivelati che sono unici per il produttore che l’ha prodotta.

Questi composti offrono generalmente grandi prestazioni con un tempo di polimerizzazione minimo o nullo, e di solito hanno una colorazione grigiastra. La maggior parte sono costosi, ma sono ancora utilizzati da molti overclocker e appassionati di giochi a causa delle loro prestazioni.

Conducibilità termica

La conducibilità termica è uno degli aspetti più importanti di una pasta termica. I composti ad alta conducibilità termica sono più desiderabili perché possono trasferire il calore prodotto dai componenti del PC al sistema di raffreddamento. Con una scarsa conducibilità termica, la maggior parte del calore rimarrà inalterato e le temperature dei vostri componenti saliranno a livelli non sicuri.

Diversi composti avranno diversi livelli di conducibilità termica. Per esempio, la maggior parte dei composti metallici hanno un range di conducibilità da 4 W/mK a 10 W/mK, mentre i composti di tipo liquido possono avere conducibilità termica fino a 70W/mK.

Densità e viscosità

La densità e la viscosità di una pasta termica possono rendere il processo di applicazione molto più semplice, dove i composti possono essere facilmente compressi in tutto il componente senza creare confusione. I composti liquidi hanno una densità e una viscosità molto inferiori rispetto alle normali paste termiche e dovrebbero essere maneggiati con maggiore attenzione.

Optando per il metallo liquido

I composti di metallo liquido hanno una conducibilità termica molto elevata, che li rende molto adatti a trasferire calore tra i vostri componenti e un sistema di raffreddamento. Tuttavia, possono essere applicati ad una CPU de-lidded solo mettendo il composto direttamente sul chip. E alcune paste liquide avranno un alto contenuto di silicone per mantenere la loro viscosità alterata, il che influisce negativamente sulla loro conducibilità termica.

Applicazione corretta della pasta termica

Può essere difficile scegliere la tecnica di applicazione appropriata per la pasta termica, ma qualsiasi metodo funzionerà bene purché la viscosità e la quantità del composto siano corrette per il tipo di applicazione che si sta utilizzando. Ecco alcuni dei metodi che potete utilizzare:

Metodo a pennello

Le paste termiche liquide come il Thermal Grease Nano di Revoltec si applicano facilmente con i pennelli, rendendole molto facili da usare. Tuttavia, le paste termiche liquide hanno una serie unica di problemi. Come già detto, la maggior parte di esse ha un alto contenuto di silicio che influisce negativamente sulla loro conducibilità termica.

In generale, la maggior parte delle paste termiche liquide danno prestazioni inferiori rispetto ai composti a più alta viscosità. C’è una via di mezzo tra queste paste sotto forma di composti semiliquidi, ma attenzione a non avvolgerle troppo quando si usa il metodo a pennello.

Metodo a strisce

Molti individui commettono l’errore di aggiungere troppa pasta durante l’applicazione, e questo fa sì che il prodotto trasudi dai lati del componente PC. Questo può avere un effetto molto dannoso se la pasta ha un’alta conducibilità elettrica perché qualsiasi hardware circostante sarà danneggiato.

Posizionare una striscia di pasta tra i vostri componenti eviterà qualsiasi gocciolamento. Cercate di essere frugali con la vostra applicazione, e non preoccupatevi di eventuali punti nudi. I bordi della spalmatrice di calore non contribuiscono in modo significativo al trasferimento termico, quindi non avere pasta termica su di essi ha poco o nessun effetto sulle prestazioni.

Se il vostro radiatore ha una piastra posteriore e applica una notevole pressione di montaggio, questo farà sì che la pasta si diffonda ulteriormente, quindi assicuratevi di tenerne conto. In generale, le paste a bassa viscosità e i dissipatori ad alta pressione di montaggio renderanno il vostro composto termico ancora più diffuso.

Metodo Blob

Il metodo blob è una buona scelta sia per i principianti che per gli esperti, e funziona anche con i composti più ad alta viscosità, supponendo di aver scelto la migliore pasta termica che applica una buona pressione di montaggio. L’applicazione di una piccola quantità potrebbe danneggiare la conducibilità termica perché il punto caldo non sarà completamente coperto, con il risultato di un componente surriscaldato.

Di quale tipo di refrigerante si deve tener conto anche. Un dissipatore di calore con una piastra posteriore avvitata sarà in grado di tollerare un’applicazione di pasta più piccola rispetto, ad esempio, a un dissipatore Intel push-pin o a un sistema di aggancio AMD.

Se si usa una pasta ad alta viscosità, è necessario un raffreddatore che possa applicare una pressione aggiuntiva, ed è bene usare un po’ più di composto perché ha meno possibilità di sovraffusione. Una dimensione generale del blob che si può usare può rientrare nell’intervallo di 2 mm e 4 mm di diametro. Più di questo e si rischia la sovraspreading.

Come faccio a sapere se la mia pasta termica è applicata correttamente?

Questa è un’ottima domanda da porsi dopo aver finito di applicare il composto termico. Spesso le persone fanno dei test discutibili che hanno trovato su internet per verificare l’accuratezza della loro applicazione. Se si utilizza un benchmark che ignora completamente le differenze di velocità della ventola prima e dopo l’applicazione, o non tiene conto delle temperature di altri componenti a bordo, c’è un’alta probabilità che sia difettoso.

  • Un cambiamento nei valori dei dati a parte la temperatura

A meno che non si stia usando un sistema di raffreddamento ad acqua per il proprio impianto, che non richiede ventole, ci sono meccanismi di controllo in luoghi come il GPU Boost di Nvidia o il PowerTune di AMD che influenzano la velocità di clock, la velocità della ventola e la regolazione della tensione quando il comportamento termico della GPU viene modificato.

Quindi, per esempio, se avete misurato la temperatura della vostra GPU appena incollata e le avete trovate uguali a quelle di prima, è possibile che la scheda mantenga frequenze di boost più alte per periodi di tempo più lunghi, o forse le sue ventole ruotano molto più lentamente perché non deve compensare così tanto. Le temperature più basse delle GPU di solito significano una riduzione dell’attività delle ventole, che spesso si traduce in carichi termici più elevati per gli altri componenti del PC.

  • Tempo di burn-in

Ogni pasta avrà un diverso tempo di “burn-in” in cui raggiungerà il massimo delle prestazioni dopo questo periodo di tempo. Per questo motivo abbiamo lasciato operare le nostre paste più di 24 ore prima di effettuare i test per assicurarci di ottenere il massimo delle loro prestazioni.

  • Parola finale per quanto riguarda l’applicazione termica

In generale, preferiamo utilizzare il metodo blob per l’applicazione termica e serrare le viti del dissipatore di calore in modo trasversale, ma la scelta della pasta giusta per il vostro impianto è spesso il compito più importante.

Per un breve riassunto, utilizzando un blob, la dimensione di una lenticchia è già sufficiente, e va bene quando un po’ di pasta perde sui lati dopo aver stretto le viti. Una volta terminato il tempo di rodaggio, ricontrollate le viti nel caso in cui sia necessario un nuovo serraggio.

Rimozione e riapplicazione della pasta termica

Se siete componenti che hanno già della pasta che devono essere sostituiti, avete bisogno di alcol isopropilico al 99% per pulirli. Questo è anche uno strumento efficace per pulire lo sporco dal dissipatore, dalle superfici del processore e dalla CPU.

Fate attenzione a non versarlo sui vostri componenti mentre state pulendo accidentalmente. Applicatelo su un panno e usatelo per pulire i vostri componenti. Di solito non c’è un periodo di tempo specifico in cui è necessario sostituire la pasta termica o il refrigeratore della CPU. La maggior parte di essi durerà uno o due anni senza che si verifichi una diminuzione delle prestazioni. Nel complesso, pulire a fondo il vostro sistema PC può essere più vantaggioso nel mantenere il calore basso rispetto all’applicazione di una nuova pasta termica.

Se avete del tempo libero, potete cambiare il vostro composto termico dopo aver finito una sessione di pulizia. Non ce n’è bisogno, però, a meno che non sia passato più di mezzo decennio Ora che abbiamo affrontato tutto ciò che è necessario sapere sui composti termici, ecco le migliori unità di pasta termica che abbiamo incontrato durante i nostri test approfonditi per aiutarvi a restringere la lista delle vostre potenziali scelte.

Le migliori unità di pasta termica del 2019

Arctic Silver 5

Questa pasta termica è uno dei composti più avanzati che troverete sul mercato attuale, offrendo un prodotto ad alta densità che può essere facilmente spremuto dal suo tubo. Grazie al suo materiale argentato micronizzato, offre prestazioni di trasferimento termico efficienti e costanti. L’argento micronizzato ha la capacità di trasferire il calore da un componente in modo efficiente, anche durante prestazioni impegnative o ad alta potenza.

L’applicazione di questa pasta potrebbe richiedere un po’ di tempo perché può dare il meglio di sé solo poche ore dopo essere stata posizionata, lasciandogli un po’ di tempo per assestarsi. L’effettivo processo di applicazione è piuttosto semplice, e per i principianti, poiché questa pasta termica offre molto in termini di sicurezza e convenienza per i suoi utilizzatori.

Il materiale delle particelle d’argento dell’Arctic Silver 5 fornisce un’eccellente conducibilità termica grazie alle sue proprietà elementari e alla dimensione delle particelle. Questa sostanza metallica può essere facilmente miscelata con l’azoto liquido, ed è completamente comprimibile in forma fluida, rendendola versatile su dove è possibile applicarla. Il design principale di questo composto è quello di fornire un facile utilizzo per ottenere buone prestazioni migliorando la stabilità a lungo termine del processore. Così non dovrete preoccuparvi di sostituire questa applicazione per un lungo periodo di tempo.

Ha anche un periodo di rodaggio che è progettato per cambiare la consistenza della pasta per aumentare automaticamente le prestazioni. Uno di questi periodi è finito, non è necessario spegnere il computer per vedere il cambiamento di temperatura. Questa pasta ha una conducibilità elettrica molto bassa, quindi i componenti del vostro PC sono sicuri in questo senso.

Abbiamo testato questa pasta utilizzando diversi tipi di processori, e offre costantemente buone prestazioni tra ciascuno di essi senza che sorgano problemi. Ha un tasso di conducibilità termica di 8,9 W/mK, quindi può essere utilizzato da una vasta gamma di utenti.

Arctic MX-4

L’MX-4 è sicuramente uno dei migliori composti di pasta termica disponibili, essendo costituito da microparticelle di carbonio che migliorano significativamente la conducibilità termica e l’efficacia delle paste.

Questa pasta è anche molto adatta ai principianti, e non dovete preoccuparvi di un’elevata conducibilità elettrica, poiché la maggior parte di questa pasta non è composta da materiali metallici. Utilizza solo un piccolo numero di particelle d’argento fine per aumentare la sua durata, mantenendo una bassa conducibilità elettrica. Non ha anche il tempo di assestamento necessario, a differenza della maggior parte delle paste termiche presenti sul mercato.

Può essere utilizzato per collegare ogni pin della CPU con la sua consistenza morbida e liscia che alcune paste mancano. Viene fornito in un contenitore da 0,64 once, che è più che sufficiente per molteplici applicazioni di paste termiche. Il contenitore ha anche un design molto semplice che riduce il rischio di fuoriuscite o di sovraapplicazione. Questa è una scelta solida se si vuole una pasta termica ad alte prestazioni che duri a lungo.

Dà un alto valore di conducibilità di 8,5 W/mK, grazie alle proprietà del suo materiale a base di carbonio che può dare superconduttività. Il composto di carbonio utilizzato da questa pasta migliora anche le prestazioni complessive. È compatibile con i raffreddatori a liquido, ad azoto e ad aria nel caso in cui si disponga di questi sistemi di raffreddamento nel proprio impianto.

Noctua NT-H1

Sicuramente uno dei migliori composti di pasta termica, l’NT-H1 aiuterà a mantenere il vostro sistema fresco anche durante l’uso pesante e le prestazioni impegnative. Fornisce un legame termico affidabile tra la vostra CPU e la base di contatto del suo dissipatore di calore. Questo composto ibrido offre un raffreddamento di alto livello senza il rischio di conduzione elettrica. Potrete anche assistere alle sue prestazioni molto più velocemente, grazie al fatto che non necessita di un periodo di burn-in.

Questa pasta utilizza una combinazione unica di microparticelle per dare una prestazione complessivamente migliore, essenzialmente un ibrido che permette una stabilità a lungo termine e una resistenza termica minima. La pasta è composta da particelle più spesse che permettono tempi di asciugatura più rapidi e una più facile applicazione. Con una durata media di due anni, non sarà necessario sostituire questo tubo in breve tempo.

Il processo di applicazione è rapido e semplice; basta mettere una piccola quantità di pasta proprio al centro dello spargitore o del processore di calore, quindi premere con forza il raffreddatore proprio sopra la CPU. È compatibile con ogni materiale e si adatta perfettamente ai raffreddatori in rame e alluminio, e fornisce un buon risultato anche a temperature più basse.

Raffreddatore MasterGel Maker Nano

Il MasterGel Maker Nano è progettato per fornire livelli impressionanti di conducibilità termica per chipset e CPU esigenti. A differenza di altre paste termiche, questo composto non è elettricamente conduttivo, bypassando efficacemente eventuali incidenti di cortocircuito e fornendo una misura di protezione extra anche in caso di utilizzo a lungo termine.

È realizzato con nanoparticelle di diamante che ne diminuiscono il peso, ne facilitano la diffusione ed eliminano ogni possibilità di erosione durante l’applicazione. Ha anche la quantità appropriata di silicio per aumentare la sua viscosità e migliorare la spalmabilità. Questa combinazione unica di materiali che sono composti principalmente da particelle di carbonio (diamante) produce una pasta che ha un’elevata conducibilità termica.

Ha una consistenza molto liscia che rende l’applicazione più facile, e produce un tasso di conducibilità termica di 11 W/mK. Può anche essere utilizzata in sistemi di raffreddamento che utilizzano azoto liquido, quindi questa pasta ha una discreta versatilità.

Grasso termico Grizzly Kryonaut Thermal Grease

Se volete prestazioni di raffreddamento impressionanti che vi permettano di testare i limiti della vostra CPU senza surriscaldamento e overclocking, la pasta Kryonaut è una scelta eccellente. Questo passato è basato sul grasso e pienamente in grado di fornire un trasferimento di calore ottimale dal vostro CPU al vostro refrigeratore . Ha una conducibilità elettrica molto bassa, quindi potete spalmare questa pasta sul vostro processore senza preoccuparvi di cortocircuiti.

Il suo contenitore ha la forma di una minuscola siringa, perfetta per essere applicata anche in angoli e spazi ristretti. Questa pasta è però a base di silicio, quindi potrebbe essere un po’ più difficile da stendere e applicare. Il metodo di applicazione a strisce è adatto a questa pasta per rendere la stesura un po’ più facile rispetto al metodo blob. Ricordatevi di applicarla delicatamente e di stenderla sullo sport resistente al calore del vostro componente.

Se applicata correttamente, questa pasta termica può abbassare la temperatura del vostro componente di 10 gradi o più a seconda del vostro dissipatore di calore, del refrigeratore e delle altre CPU del vostro sistema. È caratterizzata da un tasso di conducibilità termica di 12,5 W/mK.

Termico Grizzly Conductonaut Metallo Liquido

Questo composto di metallo liquido offre la massima prestazione termoconduttiva, rendendolo uno dei migliori composti di pasta termica sul mercato se applicato correttamente al sistema giusto. Può facilmente evitare che la CPU o il sistema si surriscaldi o si surriscaldi a causa di giochi impegnativi o sessioni prolungate.

Con un tasso di conducibilità termica di 73 W/mK, sarebbe difficile trovare un composto termico in grado di raggiungere quel numero. Anche se è a base liquida, è abbastanza viscoso da ridurre il rischio di dispersione o fuoriuscita, rendendolo un po’ più facile da maneggiare e da applicare. La siringa utilizzata è piccola e contiene fino a un grammo del composto, ed è progettata in modo da renderla sicura e facile da usare anche in spazi ristretti.

Un piccolo inconveniente dell’essere un composto metallico liquido è la sua elevata conducibilità elettrica, quindi fate attenzione a non inserirlo in nessun altro componente a parte quello a cui lo state applicando. Inoltre non è adatto a sistemi di raffreddamento a compressore o ad azoto liquido, ma funziona in modo eccellente con i raffreddatori ad aria.

Conclusione

Ottenere la pasta termica sbagliata per il vostro PC e applicarla in modo non corretto avrà conseguenze dannose, e sarebbe stato meglio se non l’aveste usata in primo luogo. Tuttavia, scegliere la migliore pasta termica per il vostro impianto di gioco migliorerà significativamente le prestazioni e abbasserà le temperature a livelli di sicurezza.

0 Shares:
You May Also Like
Read More

Migliori tastiera da gaming

Quali unità sono le migliori tastiere da gaming possono essere diverse a seconda di chi si chiede. Proprio…
Read More

Come pulire un mousepad

Qualcuno usa un tappetino per il mouse ora? Dopo tutta l’evoluzione, il mouse non usa più la palla…
Read More

I migliori giochi MMO

Ai tempi, i videogiochi si giocavano per lo più da soli in salotto o con un paio di…
Read More

Migliori casi ventilatore

Le ventole del caso sono essenziali per mantenere tutti i componenti del computer freschi e funzionanti al meglio.…