Migliori notebook gaming sotto i €1000

Ultimo aggiornamento su da Nicholas Frost

Uno dei più ampi fraintendimenti sui portatili da gioco è che è necessario acquistarne uno di fascia alta per poter giocare ai giochi più recenti. Ecco perché la ragione principale che trattiene i giocatori dal prendere seriamente in considerazione i portatili più economici è l’idea che questi sono troppo deboli per eseguire gli ultimi giochi nonostante siano più convenienti.

Infatti, un portatile di fascia alta che costa migliaia di euro può mangiare tutto quello che un gioco gli lancia. Ma esistono ancora alternative più economiche che possono gestire con competenza i giochi moderni. Basta sapere dove guardare.

Solo pochi anni fa, avresti potuto comprare un portatile a circa 1500 euro, e che oggi sarebbe stato lasciato nella polvere dai migliori portatili da gioco sotto i 1000 euro. Vengono sempre lanciate nuove versioni dei modelli precedenti, che offrono gli ultimi progressi tecnologici. Un vantaggio che noi giocatori ne traiamo è che i prezzi degli altri modelli tendono a scendere quando ciò accade.

Forse non troverete l’impianto di gioco per laptop più potente, ma potrete comunque ottenerne uno che vi permetterà di godervi i giochi più impegnativi di oggi, e non vi farà ammaccare il portafoglio.

Computer portatili da gaming contro desktop

Mentre le piattaforme di gioco desktop sono la classe di élite quando si tratta di prestazioni di gioco superiori, i migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro sono senza problemi e hanno alcune cose che vanno a loro favore.

Il primo vantaggio che hanno rispetto ai desktop è che sono piccoli. Poiché sono più o meno delle stesse dimensioni di un album fotografico, non occupano troppo spazio. Le piattaforme di gioco per PC possono diventare grandi e possono occupare un intero angolo della casa. Una volta finito di usare il vostro computer portatile, potete riporli fuori dai piedi. È un’enorme ragione da prendere in considerazione se si vive in un posto piccolo.

Il prossimo è la portabilità. Grazie all’ingombro ridotto e alla leggerezza dei laptop da gioco, puoi giocarci dove vuoi e quando vuoi, anche in qualsiasi punto della tua casa. Questo è qualcosa che non si può fare con una configurazione del desktop ingombrante. Non si è limitati a giocare in un unico posto tutto il giorno, come con un’unità desktop dedicata.

Forse stai pensando di portare il tuo portatile con te nella tua prossima vacanza. Oppure vuoi fare una partita veloce in metropolitana per andare al lavoro. Magari volete collegarlo al vostro televisore nel comfort del vostro salotto. La mobilità extra che un portatile da gioco ti dà è liberatoria, ed è probabilmente la ragione principale per cui stai pensando di comprarne uno.

Computer portatili da gioco rispetto ai portatili normali

Allora qual è la differenza tra un portatile da gioco e uno normale?

Beh, prima di tutto è l’enorme guadagno in termini di prestazioni che si ottiene con i giochi. I migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro sono appositamente configurati e progettati per far funzionare i giochi moderni. Hanno componenti come una scheda grafica dedicata simile a quella dei desktop di gioco.

I normali portatili hanno solo una grafica integrata più lenta che è integrata nella CPU o nella scheda madre e possono eseguire solo giochi di base o vecchi. E se mai la GPU integrata si surriscalda e si danneggia, nel peggiore dei casi si ha un hardware morto e non si può più usare il portatile. Siete fortunati se potete ancora farlo riparare. Ma siate pronti a sborsare più soldi per costosi servizi e parti di ricambio.

Ecco perché i migliori giochi computer portatili hanno sistemi di raffreddamento appositamente progettati, e ventole incorporate, tutti destinati a mantenere il calore gestibile all’interno di quello spazio ristretto. In questo modo, possono sopportare più abusi in condizioni di gioco ad alto stress costante. Hanno bisogno di quel tipo di protezione quando vengono utilizzati da un giocatore accanito che gioca spesso e per lunghi periodi.

I migliori portatili da gioco sono dotati anche delle più recenti e grandi CPU o unità di elaborazione centrale, e di una RAM di sistema più veloce o di memoria ad accesso casuale. Poiché le esigenze di calcolo dei giochi moderni sono tra le più elevate, essi possono funzionare solo alla velocità consentita dall’hardware. È la ragione per cui la CPU e la RAM devono essere al top.

I dischi rigidi non sono più un’opzione di memorizzazione valida per l’installazione di giochi, e gli SSD più veloci sono diventati lo standard de facto per questo compito. Quando si tratta di installare giochi, si dovrebbe dimenticare completamente gli HDD. C’è una ragione per cui molti produttori hanno già abbandonato quelle vecchie e goffe unità meccaniche dalle loro linee di laptop per videogiochi.

Anche i portatili da gioco hanno un look audace e alla moda che è stato progettato per attrarre i giocatori mainstream. Non assomigliano affatto alle loro controparti meno appariscenti. Sicuramente riconoscerete un portatile da gioco quando ne vedrete uno.

Naturalmente, tutto questo ha un valore aggiunto rispetto ai normali portatili. Se avete un budget limitato, ma state seriamente pensando di giocare a giochi tripla A, allora solo i migliori portatili sotto i 1.000 euro andranno bene. Un normale portatile non è sufficiente per offrire un gameplay decente con i giochi tripla A di oggi, se sono in grado di eseguirli. Il punto è che: MAI comprare un normale portatile per un gioco serio .

Il Bare Essentials

Affinché un computer funzioni, ci sono delle specifiche necessarie che dovrebbero essere fornite di serie. Quindi è necessario essere sicuri dei componenti utilizzati all’interno di un portatile da gioco che vi interessa prima di decidere di acquistarne uno.

  • CPU o unità centrale di elaborazione

La CPU deve essere, come minimo, una CPU quad-core come l’Intel Core i5. Non preoccupatevi delle CPU i3. Il 2020 ha visto il rilascio dell’ultima e più potente CPU Intel di 9a generazione. L’i5 è la variante di CPU più comune con laptop da gioco al di sotto dei 900 euro. La I5-9300h è l’ultima versione.

Siate consapevoli del fatto che le precedenti CPU di 8a generazione hanno inondato il mercato. Questo non significa però che siano spazzatura. Sono comunque ottime, ma se puoi averne di migliori sotto i 1.000 euro, allora perché accontentarsi di qualcosa di meno, giusto?

La nostra lista comprendeva tutti i migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro equipaggiati con l’ancora più potente i7-9750h, che è anche una CPU Intel di 9a generazione appena uscita nel secondo trimestre del 2020.

  • RAM o memoria ad accesso casuale

8 Megabyte o superiore di DDR4 2.666 MHz SDRAM è considerata la norma. L’aggiornamento della RAM a 16 MB è preferibile. Più RAM ha il vostro sistema, più veloce sarà il CPU sarebbe in grado di elaborare i dati di gioco .

Si potrebbe anche voler sfruttare una configurazione RAM a doppio canale, in quanto questo può aiutare ad aumentare le prestazioni complessive del sistema. Tutti i prodotti che abbiamo presentato hanno almeno 8 GB di RAM e hanno slot di espansione per più RAM, nel caso ne abbiate bisogno.

  • SSD o Solid State Drive

L’SSD sta sostituendo il vecchio HDD o Hard Disk Drive come dispositivo di memorizzazione primario standard, specialmente nei laptop da gioco. Con il loro enorme vantaggio in termini di velocità di lettura-scrittura dei dati e i fattori di forma più piccoli, lasciano i vecchi HDD nella polvere. Inoltre, gli SSD consumano molta meno energia, generano meno calore ed emettono zero rumore rispetto ai goffi HDD meccanici.

Gli SSD sono un tipo relativamente nuovo di dispositivi di memorizzazione dati basati su memoria flash NAND o flash NVMe. Entrambi sono di tipo non volatile, simili a quelli che si trovano nelle unità flash USB. Sono chiamate non-volatili perché possono conservare i dati anche in assenza di energia elettrica. Si potrebbe paragonare un SSD a un’unità flash gigante con capacità prossime a quelle degli HDD. 256 GB sta diventando la dimensione standard per i migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro.

Con gli SSD invece degli HDD, si vedrebbero ridurre notevolmente i tempi di avvio e di caricamento nei giochi. Avere un SSD assicura anche che il gioco non si attarderebbe quando cerca di recuperare i dati durante il gioco pesante. E se riuscite ad ottenere la memoria flash di tipo NVMe, allora siete fortunati perché sono gli SSD più veloci oggi sul mercato.

Tutti i portatili della nostra lista hanno come unità di memorizzazione primaria gli SSD NVMe standard M.2.

  • Porte di I/O o di ingresso/uscita

Tutti i migliori portatili sono dotati di serie delle più recenti iterazioni della maggior parte di queste comuni porte di I/O.

  • Bluetooth si collega ad altri dispositivi Bluetooth a brevi distanze di meno di 30 ft.
  • WiFi collega il laptop a Internet mentre cerca altri segnali WiFi attivi.
  • USB o Universal Serial Bus si collega a qualsiasi dispositivo USB.
  • VGA viene ancora utilizzato per connettersi a un display più grande.
  • DVI o Digital Visual Interface viene utilizzato per il collegamento ad un altro display o ad un televisore.
  • S-Video o Super Video è un altro metodo di interfaccia video per collegarsi ad un altro display.
  • Le porte delle cuffie si collegano a un cavo per cuffie essenziale per un migliore suono dei giochi.
  • Le porte del microfono si collegano a un microfono esterno o per cuffie.
  • IrDA (Infrared Data Association) è per il trasferimento remoto di dati tra dispositivi o periferiche.
  • RJ-45 (Ethernet) si collega ad una LAN cablata o ad una rete locale.

Scegliere una buona GPU dedicata

Storicamente, le schede GPU o Graphics Processing Unit erano chiamate acceleratori grafici, il che aveva senso. Le prestazioni grafiche dipendono soprattutto da questo hardware. La scheda GPU è il componente principale che aumenta il frame rate di un gioco. È ciò che separa un portatile di gioco da uno normale. È fondamentale sapere quanto FPS o Frames Per Second, una scheda GPU può raggiungere nei giochi più recenti.

Affinché un gioco sia considerato giocabile, il minimo assoluto di fps non dovrebbe essere inferiore a 30. Una volta che i frame rate scendono al di sotto di tale soglia, allora sarà abbastanza evidente da iniziare a influenzare negativamente il gameplay. Qualsiasi cosa inferiore a 20 fps e il vostro gioco inizierà ad apparire come una presentazione di immagini e diventerà ingiocabile.

Per i giocatori più seri, qualsiasi cosa inferiore ai 60 fps non è nemmeno abbastanza buona. Anche se 30 fps è ancora generalmente considerato accettabile. E se si acquista un portatile da gioco da meno di 1.000 euro, si presenta solo con una scelta limitata. Purtroppo, questo è uno dei compromessi che hanno un prezzo accessibile.

Vi divertirete molto di più giocando con una GPU di livello superiore e inferiore come la GTX 1060 con 6 MB VRAM. Una GPU come quella può comunque eseguire la maggior parte dei giochi a 60 fps in modo costante, anche con impostazioni elevate, e con una risoluzione di 1080p. 1920×1080 è la risoluzione nativa più comune degli schermi dei laptop da gioco.

Purtroppo, però, raramente si vedono le GTX 1060s installate sui laptop da gioco sotto i 1.000 euro. Più comunemente usata a questo prezzo è la GTX 1650, con 4 MB di VRAM, che ha prestazioni significativamente più veloci rispetto alla GTX 1050. Tuttavia, è ancora lasciato nella polvere dalla GTX 1060. Vale anche la pena sottolineare che la maggior parte dei giochi tripla A richiedono un minimo di 6 MB di VRAM su una GPU per poter visualizzare le loro risoluzioni di texture più elevate con meno singhiozzi.

Che ci crediate o no, abbiamo trovato un’unità equipaggiata con una GTX 1060 nella nostra lista di raccomandazioni. E, ancora meglio, ci siamo anche imbattuti in una variante di un modello di marca che ha la GTX 1660 Ti che ha anche 6 MB di VRAM. Questa è la scheda GPU più potente che abbiamo trovato a questo limite di prezzo finora, ed è per questo che abbiamo dato a quel particolare portatile la nostra più forte approvazione!

Per scoprire quali portatili contengono queste due GPU da 6 MB, non dimenticate di leggere la nostra raccolta dei 5 migliori portatili da gioco al di sotto dei 1.000 euro alla fine di questo articolo.

Gestione del calore

Per la natura stessa della loro compattezza, uno degli svantaggi dei laptop è quanto possono accumulare e intrappolare una quantità enorme di calore. È difficile dissipare il calore all’interno dello spazio molto ristretto dell’involucro di un laptop che è pieno di componenti che funzionano tutti contemporaneamente.

La maggior parte delle moderne CPU e GPU, specialmente quelle che si trovano nei laptop, hanno una protezione integrata contro il surriscaldamento chiamata Thermal Throttling. Quando uno di questi processori inizia a surriscaldarsi, essi abbassano automaticamente le frequenze di clock per raffreddarsi. Quando lo fanno, riducono anche le prestazioni.

Questo problema è più grave nei computer portatili da gioco, specialmente durante i carichi pesanti, quando si eseguono giochi molto impegnativi dal punto di vista hardware. Il vostro gioco inizierebbe a rallentare a causa del rallentamento della velocità del processore. O peggio, il vostro portatile si spegnerebbe completamente. Una delle ragioni potrebbe essere che la soluzione di raffreddamento del laptop non è abbastanza buona per mantenere basso il calore.

I migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro di solito sono dotati di una combinazione di tubi di calore, dissipatori di calore e ventole in un layout efficiente progettato per assorbire ed espellere il calore dalle prese d’aria di scarico. Sono anche forniti in bundle con un software di utilità per la gestione termica dove è possibile monitorare il calore del sistema e controllare la velocità delle ventole.

Bisogna assicurarsi che il produttore abbia fornito un sistema di gestione del calore ben progettato ed efficace che aiuti ad assorbire ed espellere rapidamente il calore. È essenziale farlo per evitare strozzature termiche o danni alla CPU o alla GPU e ad altre parti elettroniche.

Lo schermo di visualizzazione

La risoluzione di visualizzazione più comune è una larghezza di 1920 pixel e un’altezza di 1080 pixel. Qualsiasi cosa inferiore alla risoluzione di 1920×1080, o più comunemente chiamata 1080p o full HD, è inaccettabile per molte applicazioni, in particolare per i giochi.

Per meno di 1.000 euro, la dimensione del display più utilizzata è di 15,6 pollici, anche se si possono trovare anche molte varianti da 17,3 pollici. Si consiglia il più piccolo 15,6 pollici se si desidera una maggiore portabilità a causa dell’ingombro ridotto del laptop. Gli schermi più grandi tendono a rendere il laptop più ingombrante e più difficile da inserire in uno zaino. Inoltre, di solito scendono a compromessi su altri componenti se includono un grande schermo.

L’IPS o In-Plane Switching è un’altra caratteristica di uno schermo che dovreste conoscere. Si tratta di una versione del più popolare LCD TFT che consente di ottenere immagini più vivide che possono essere visualizzate da angolazioni più ampie rispetto a quelle possibili con gli LCD tradizionali. Tuttavia, sono più costosi, ma stanno lentamente trovando la loro strada al di sotto della gamma di computer portatili da gioco da 1.000 euro.

Un’altra cosa da considerare è la velocità di aggiornamento del display. 60 Hz era lo standard minimo, ma molte GPU ora sono in grado di gestire velocità di aggiornamento superiori a cento. 144 Hz sta diventando la norma, e questo aiuta a migliorare la reattività del display di un gioco. Influisce sulla rapidità con cui un giocatore può reagire a ciò che vede sullo schermo. I produttori hanno introdotto alcuni schermi con 300 Hz alla fine dell’estate scorsa.

La tecnologia G-sync di Nvidia permette una sincronizzazione senza soluzione di continuità delle loro GPU con display più veloci ed è disponibile in tutte le schede grafiche presenti nel nostro elenco.

La tastiera

In genere, la sensazione tattile dei migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro va bene. Hanno un viaggio abbastanza profondo da renderli comodi da digitare. Controllate se vi piace come si sentono e premete su di loro con forza per vedere se c’è un po’ di flessibilità. Non volete che questo influisca sui vostri input. Dovete esaminare la disposizione della tastiera per vedere se il posizionamento dei tasti è di vostro gradimento. Particolarmente nota nei normali portatili è la posizione dei tasti freccia, ma fortunatamente con i portatili da gioco, la maggior parte dei produttori presta più attenzione alle loro dimensioni e alla loro posizione.

La retroilluminazione aggiunge anche un po’ di vistosità a queste piattaforme. Alcuni arrivano persino ad evidenziare i tasti di gioco, come i tasti WASD e i tasti freccia, spesso usati dai giocatori per i controlli da tastiera. La combinazione di colori predominante con queste tastiere sembra essere rossa, ma alcune permettono di cambiare le loro impostazioni di colore e luminosità, e persino di spegnere la retroilluminazione, che è un tocco di benvenuto.

Design di involucri

A parte le tastiere luminose, ciò che le rende uniche sono i design accattivanti dei loro involucri.

I normali portatili tendono ad avere un bell’aspetto – ordinario. Pochissime cose, come il colore, la qualità dei materiali utilizzati e il tipo di finitura, li differenziano l’uno dall’altro. Non è esattamente una brutta cosa, ma è bene sapere che c’è più varietà a disposizione dei giocatori quando scelgono i loro rig. Come si può vedere da ciò che c’è in offerta là fuori, l’unica cosa che non manca ai progettisti di questi portatili da gioco è l’immaginazione. Dal design molto rumoroso a quello molto sottile, c’è una buona quantità di scelte da fare.

Tanto per cominciare, sono personalmente appassionato di design minimalista. Mi piace meno plastica e più alluminio. Alcuni casi hanno una finitura in alluminio spazzolato molto elegante e resistente ai graffi. Una custodia metallica può renderla più costosa, ma ce ne sono alcune nei laptop da gioco sotto i 1.000 euro. Preferisco anche le cornici sottili dello schermo, come fanno tutti con i loro smartphone. Chi vuole una cornice spessa che circonda i loro schermi?

Una cosa notevolmente diversa anche negli esterni dei laptop da gioco è il numero di grandi bocchette d’aria incorporate nei loro gusci, che per me è un altro aspetto unico del loro design. Queste grandi prese d’aria o griglie sono però molto funzionali, dato che i laptop da gioco sono noti per generare grandi quantità di calore.

È tutto soggettivo e una questione di gusto personale, ma è anche qualcosa da considerare se si è appassionati di estetica come noi.

Durata della batteria

I produttori sostengono, come si vede sulle schede tecniche dei loro prodotti, che la durata della batteria del loro portatile può durare con una carica completa, non è sempre quello che succede nella vita reale. È più probabile che sia la metà con compiti facili. Le batterie sono ancora scariche rapidamente dai giochi, e si sarebbe fortunati a godersi al massimo un’ora e mezza di gioco. Per sessioni di gioco più lunghe è ancora necessario collegarsi a una presa elettrica.

La tecnologia delle batterie ricaricabili è ancora una specie di stampella, che tiene indietro i portatili da gioco affamati di energia.

Alcune periferiche essenziali

Questi elementi hanno un costo extra, ma potreste volerli considerare in seguito, per migliorare significativamente la vostra esperienza di gioco complessiva.

Non potremo mai sottolineare abbastanza l’importanza di avere un controller di gioco quando si gioca. Siamo onesti. Le tastiere per computer portatili e i touchpad non sono utilizzabili come meccanismi di controllo per i giochi. Si può anche dire che fanno schifo ai giochi! Potete scegliere un controller di tipo Xbox o PlayStation, a seconda dei vostri gusti. Un controller wireless sarebbe più conveniente e non contribuirebbe al disordine del cablaggio.

Alcuni giochi sono più adatti ai controller, mentre altri ai controlli per PC. Se preferite quest’ultimo, allora considerate l’acquisto di un tastiera da gioco e mouse combo. Prendete un mouse se siete a vostro agio con i tasti WASD del portatile. Anche in questo caso un combinazione di tastiera e mouse senza fili sarebbe fantastico.

Una cosa che la maggior parte dei giocatori di laptop trova indispensabile è un auricolare di buona qualità, preferibilmente con suono surround e bassi. È utile quando si va online per giocare. Naturalmente, ci sono gli altoparlanti integrati, ma onestamente non sono abbastanza per immergervi nel design del suono e nella partitura musicale di un gioco. Secondo noi, dovreste acquistarli il primo giorno.

Potreste anche voler investire in un sistema audio esterno, probabilmente uno con una connessione Bluetooth. Questi suoneranno molto meglio di qualsiasi altoparlante per laptop integrato, anche da un impianto di gioco. Potete anche usarli per ascoltare la vostra musica preferita o per guardare i video.

Infine, potreste volere un po’ di memoria esterna aggiuntiva per i vostri altri file. Questi SSD sono fantastici, ma al momento, quelli più grandi sono troppo costosi per essere inclusi in un laptop da gioco che costa meno di 1.000 euro. Ecco perché la dimensione più comune offerta al momento è di 256 MB, che potrebbe essere sufficiente per alcuni giochi e per i file del sistema operativo. Questo potrebbe riempirsi prima di quanto si pensi. È bene avere un drive esterno per altre cose.

Cose da evitare

Come detto prima, gli hard disk sono una cosa del passato quando si tratta di giochi seri . Gli HDD sono solo uno spreco di denaro se fanno parte delle specifiche del prodotto. Si tratta di denaro che avrebbe potuto essere usato più saggiamente per componenti come un SSD più grande o più RAM.

Questo non è un granché, ma che ne dite di quelle videocamere da incasso montate sul fondo? Idealmente, ne vorresti una appena sotto il livello degli occhi, situata al centro della lunetta superiore dello schermo. Vorresti evitare quelle sotto lo schermo, guardando su per i peli del naso.

I touchscreen non sono consigliabili per i giochi seri, che ci crediate o no. Oltre ad essere più costosi, hanno schermi lucidi che vengono facilmente oscurati dalle impronte digitali. Questi schermi lucidi sono anche molto riflettenti e possono causare abbagliamenti, il che è un grande No quando si sceglie un display. Inoltre aiutano a scaricare rapidamente la batteria.

Computer portatili rinnovati per il gioco? No, a meno che non siate disperati. Non vale il vostro tempo e denaro. Perché rischiare di acquistare un prodotto che è stato restituito al produttore per difetti quando sei già a corto di fondi? Volete comprare un portatile da gioco per giocare ai giochi più impegnativi, e quello che gli farete passare avrà il suo pedaggio sulle macchine più piccole. Certo, potreste essere fortunati, ma rischiate di giocare d’azzardo e potreste finire per pagarlo alla grande.

Evitate di comprare per capriccio. Comprare un prodotto complesso come un portatile da gioco d’impulso può finire per essere costoso e deludente se poi ti rendi conto di aver commesso un errore. Ecco perché è necessario fare qualche ricerca, come quello che stai facendo qui, leggendo questo articolo. Paga sempre fare un acquisto informato, quindi non farne uno fino a quando non ne sei sicuro.

Abbiamo esaminato da vicino molti portatili da gioco, offrendo diverse caratteristiche e configurazioni che si trovano oggi sul mercato. Penso che siamo riusciti a scegliere quelli con la migliore combinazione di prestazioni e prezzo. Senza ulteriori indugi, ecco le nostre migliori scelte per i migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro.

I 5 migliori portatili da gioco sotto i €1.000

Alcune cose da considerare: Abbiamo quotato i prezzi più bassi che abbiamo potuto trovare dei laptop da gioco venduti su Amazon. Questi prezzi possono essere soggetti a cambiamenti improvvisi senza alcun preavviso. Ci possono essere altre versioni degli stessi modelli qui selezionati che sono sul mercato, che possono essere più economiche o più costose, a seconda delle loro varie configurazioni. Tutti i produttori qui citati offrono una garanzia limitata di 1 anno sulle loro unità.

1° posto – HP Omen 15

  • Prezzo: €999
  • CPU: 9a Gen Intel 2.6 GHz 6-Core i7-9750H Max Turbo 4.5 GHz
  • GPU: Nvidia GeForce GTX 1660 Ti 6GB GGDR 6GB GGDR
  • Schermo: 15.6 pollici, 1920x1080p 144 Hz
  • RAM: 8GB DDR4 SDRAM
  • Durata della batteria: 7 ore
  • Memoria: 256GB NVMe SSD

Oltre ad essere equipaggiata con la scheda GPU GeForce GTX 1660 Ti di Intel, 9° generazione i7-940h, che è stata lanciata solo nel 2° trimestre del 2020, viene anche fornita con la scheda GPU GeForce GTX 1660 Ti!

La 1660 Ti, che è stata rilasciata da Nvidia solo nel febbraio di quest’anno, è la GPU più potente in questa lista dei migliori portatili da gioco del 2020. Questa ha superato di gran lunga la venerabile GTX 1060 nelle GPU di livello medio-basso di un ampio margine. Avrete anche l’unico assaggio, per quanto ne so, del ray-tracing in tempo reale in un portatile da gioco sotto i 1.000 euro. Questa scheda può costantemente eseguire i giochi più impegnativi sopra i 60 fps e con spazio a disposizione, mentre con l’impostazione Ultra in risoluzione 1080p.

6GB è il minimo assoluto richiesto dai giochi per le loro impostazioni di texture 4k con risoluzione 1080p . Otterrete molta più definizione e dettagli in un gioco che ha impostazioni di ultra risoluzione, con il risultato di una qualità visiva superiore. È anche VR-ready, ma avrete bisogno di un auricolare VR per poterlo sperimentare. Sono sicuro che anche gli altri modelli di questa lista hanno configurazioni che portano la GTX 1660 Ti, ma questo è il primo che ho visto che è sceso al di sotto della gamma dei 1.000 euro.

Lo schermo è molto croccante e colorato per il prezzo e ha una finitura opaca per ridurre abbagliamenti e riflessi. La tastiera ha un buon feeling e ha la retroilluminazione più colorata. È possibile selezionare un colore per ciascuna delle tre sezioni della tastiera. Anche i tasti di gioco possono essere evidenziati separatamente. È una caratteristica interessante da avere che permette di avere la flessibilità necessaria per ottenere un’illuminazione il più possibile simile a quella desiderata.

L’aspetto generale del portatile è giocoso e spigoloso, e un po’ spigoloso, ma il design è elegante. Il design del pannello superiore è una combinazione di fibra di carbonio e una finitura in metallo spazzolato, accentuata da linee rosse, e un logo di presagio vicino al centro. Le porte di I/O ai lati sono minime, e i cavi più grandi possono essere fatti passare dal centro del retro, contribuendo a dare un aspetto pulito.

Ha grandi aperture sotto la base dove si possono vedere un paio di ventole all’interno di entrambe le estremità vicino al retro. Collegati alla CPU e alla GPU ci sono dei tubi di calore che aiutano a far uscire il loro calore per essere espulsi dalle ventole lontano dal centro e verso il retro. I termometri funzionavano un po’ a caldo sui precedenti modelli Omen, specialmente sotto carichi pesanti, ma HP ha poi rilasciato un aggiornamento del bios per rimediare a questo problema.

Principalmente a causa della GTX 1660 Ti, insieme all’ultima Intel i7, non è difficile dare a questa bestia da gioco la nostra massima raccomandazione!

2° posto – Acer Predator Helios 300

  • Prezzo: €960
  • CPU: 9a Gen Intel 2,6 GHz 6-Core i7-9750H Max Turbo 4,5 GHz
  • GPU: Nvidia GeForce GTX 1060 VRAM 6GB VRAM
  • Schermo: 15,6 pollici, 1920x1080p 144 Hz
  • RAM: 16GB DDR4 SDRAM
  • Durata della batteria: 7 ore
  • Memoria: 256GB NVMe SSD

Due cose che distinguono questo portatile sono la quantità di RAM a 16 gigabyte, e la GPU GTX 1060 con 6GB. La GeForce GTX 1060 è la seconda scheda GPU in ordine di importanza in questa classifica dei migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro.

È la scheda GPU di livello medio-basso di Nvidia che permette di giocare a molti giochi attuali a 60 fps a 1080p. Può eseguire giochi come Battlefield V, The Witcher 3, o Watchdogs 2 costantemente sopra i 60 fps. Ha anche 6 GB che possono gestire texture 4k della maggior parte dei giochi.

Più memoria di sistema significa che la CPU avrebbe più spazio per destreggiarsi tra i dati nella RAM e accedere meno frequentemente all’unità di memorizzazione primaria. Questo riduce il numero di singhiozzi evidenti nei framerate per una performance molto più fluida. Parlando della CPU, essa sfoggia anche la 9a generazione i7 di Intel che la rende molto potente per il suo prezzo. Dispone di 256 GB di memoria NVMe per una straordinaria velocità di trasferimento dati in lettura/scrittura.

È un po’ pesante, ma si sente e sembra solido con una costruzione più rigida. Il pannello superiore è realizzato in metallo spazzolato con quasi nessuna flessione e ha alcune linee eleganti e un logo luminoso. Lo stesso vale per il pannello della tastiera, anche se la tastiera stessa sembra un po’ molliccia. L’audio è decente, ma come per la maggior parte degli altri portatili, le cuffie sono la soluzione ideale.

La gestione termica è molto migliorata rispetto al modello precedente. Ha lunghi tubi di calore non solo provenienti dalla CPU e dalla GPU, ma anche in esecuzione sui lati e intorno a due ventole alle due estremità vicino alla parte posteriore. L’unica pecca di questo sistema di raffreddamento è che le ventole possono diventare troppo rumorose quando si mette il portatile in modalità turbo.

Con la GTX 1060, è diventata la seconda migliore performer del gruppo. Ha la RAM di sistema più grande, e questa combinazione potrebbe farvi ondeggiare per l’acquisto. Crediamo che sia molto degna della vostra considerazione.

3° posto – MSI GF63 Thin

  • Prezzo: €999
  • CPU: 9a Gen Intel 2.6 GHz 6-Core i7-9750H Max Turbo 4.5 GHz
  • GPU: Nvidia GeForce GTX 1650 4GB VRAM 4GB
  • Schermo: 15,6 pollici, 1920x1080p 122 Hz
  • RAM: 8GB DDR4 SDRAM
  • Durata della batteria: 7 ore
  • Memoria: 512 GB NVMe SSD NVMe

L’MSI GF63 Thin, come suggerisce il nome, è sottile ed elegante. Proprio come gli ultimi modelli del 2020 dei migliori portatili da gioco sotto i 1.000 euro, niente di meno che la 9° generazione 6-Core i7-9750H equipaggia questa variante. Per una scheda GPU, ha una GTX 1650. Non si raggiunge la media minima di 60 fps richiesta dai giocatori più seri per le impostazioni Ultra in alcuni giochi impegnativi. È comunque un’ottima performer che funziona senza problemi nei 40-50 fps sopra i 50 fps, che è ancora molto giocabile per la maggior parte degli standard.

Ancora una volta è possibile modificare le impostazioni grafiche del gioco un po’ più in basso per avvicinarlo a 60. Dipende da quale gioco si sta giocando. Alcuni funzioneranno al di sopra di quella soglia a impostazioni abbassate, mentre altri richiederanno un hardware più potente per raggiungerla.

Il coperchio in alluminio e il pannello della tastiera danno alla MSI GF63 un aspetto e una sensazione di qualità. Il pannello superiore in alluminio ha un design minimalista, con al centro solo il logo della serie MSI G. Una finitura in metallo scuro e spazzolato lo rende elegante ed elegante. Quando lo si solleva aperto, rivela la tastiera retroilluminata di rosso, che sembra essere il tema comune in questi giorni. La luminosità della retroilluminazione può essere regolata o spenta, se lo si desidera.

Lo schermo IPS da 15,6 pollici per angoli di visualizzazione più ampi, ha una frequenza di aggiornamento di 122 Hz. È luminoso e molto nitido e ha una lunetta sottile sui lati e sulla parte superiore. È il tipo di look che si vede nei modelli di fascia alta che non è comune in questa fascia di prezzo. La maggior parte delle porte di I/O sono sulla destra, con alcune a sinistra e una porta HDMI sul retro.

È interessante notare che c’è solo una ventola che raffredda i tubi di calore collegati alla CPU e alla GPU. C’è una modalità Cooler Boost, tuttavia, che controlla la velocità della ventola, per rendere il calore più gestibile sotto le forti sollecitazioni del gioco.

Ha la più grande capacità di storage SSD NVMe tra i migliori portatili da gioco al di sotto dei 1.000 euro, che è il suo punto di vendita più significativo in questo confronto. Questo è molto raro a questo punto di prezzo, dove le opzioni sono solitamente limitate a 256 GB e più piccole al momento. Anche se i produttori cercano di offrire 1 TB di memoria HDD, si vorrebbe comunque un SSD per il gioco. Il 512 SSD dà a questo portatile da gioco un po’ di spazio in più per i giocatori, non si sa mai. Questo è il motivo per cui questo portatile si è classificato al terzo posto nella nostra lista.

4° posto – Acer Nitro 7

  • Prezzo: €950
  • CPU: 9a Gen Intel 2,6 GHz 6-Core i7-9750H Max Turbo 4,5 GHz
  • GPU: Nvidia GeForce GTX 1650 4GB VRAM 4GB
  • Schermo: 15,6 pollici, 1920x1080p 144 Hz IPS
  • RAM: 8GB DDR4 SDRAM
  • Durata della batteria: 7 ore
  • Archiviazione: 256GB NVMe SSD

La Nitro 7 sembra solidamente costruita con il suo corpo tutto in alluminio angolare. La grafica è alimentata dalla nuova GPU GeForce GTX 1650 di Nvidia con 4GB di VRAM. Le prestazioni sono molto migliori rispetto alla GTX 1050, ma non così veloci come la GTX 1060. Quindi ci si può ancora aspettare prestazioni decenti al di sotto dei 60 fps sulle impostazioni massime. Tuttavia, le impostazioni grafiche potrebbero essere modificate nei menu di gioco per spingerla a 60 fps.

Questa variante di modello riceve anche la CPU Intel di ultima generazione a 2,6 GHz i7-9750h. Può essere potenziata con il turbo fino a 4,5 GHz. L’unità di memorizzazione primaria è un SSD NVMe M.2 NVMe, che garantisce un avvio e un caricamento delle schermate molto più veloce durante la riproduzione rispetto a quanto sia possibile con un HDD. La batteria da 58Wh è abbastanza buona e dura quasi 8 ore con lo schermo acceso. Ci si possono aspettare circa 4 ore per le applicazioni ordinarie, ma meno di 2 ore per il gioco.

Sollevando il coperchio si nota una tastiera che è accentata da una retroilluminazione rossa. Il feedback tattile è ok e anche silenzioso, e anche la corsa dei tasti è adeguata. I tasti freccia sono a grandezza naturale, ma il tasto shift destro è un po’ più piccolo come risultato. I tasti WASD, le frecce e i tasti di blocco del numero, come tocco aggiuntivo, sono evidenziati in rosso in modo più forte.

Per il raffreddamento, i tubi di calore passano sopra la CPU e la GPU e vanno in un grande dissipatore di calore situato sulla sinistra. L’aria viene aspirata da sotto la base attraverso un’enorme griglia da due ventole poste una accanto all’altra. Le ventole soffiano via il calore dal dissipatore e fuoriescono da una presa d’aria sul retro. Il portatile viene anche fornito in bundle con l’utility Nitro Sense per monitorare le temperature e controllare la velocità delle ventole.

5° posto – Lenovo Legion Y540

  • Prezzo: €979
  • CPU: 9a Gen Intel 2,6 GHz 6-Core i7-9750H Max Turbo 4,5 GHz
  • GPU: Nvidia GeForce GTX 1650 4GB
  • Schermo: 15,6 pollici, 1920x1080p, 144 Hz IPS
  • Durata della batteria: 7,9 ore
  • Conservazione: 128GB NVMe SSD

Arrotondando la nostra top 5 della lista dei migliori portatili da gioco sotto i € 1.000 è il Lenovo Legion Y540. Come il resto dei prodotti qui citati, è dotato dell’ultima generazione di Intel 6-Core i7, ma ha anche il più piccolo NVMe SSD storage a 128 GB. Questa è una cosa da tenere a mente in quanto sembra essere la ragione per cui i venditori possono tenerlo al di sotto dei €1.000.

Tuttavia, avere una CPU aggiornata significa che non è uno slouch nella potenza di calcolo. Si potrebbe aggiornare l’SSD a uno più grande o aggiungere una nuova unità per la memorizzazione dei dati. Si potrebbe mantenere il sistema operativo e i file di sistema, così come alcuni giochi sull’SSD NVMe per l’aumento di velocità che dà. Poi conservare gli altri file su un’altra unità.

Ancora una volta, le rispettabili prestazioni della GPU provengono da una GTX 1650 che è ancora molto meglio della GTX 1050 entry-level standard. È possibile giocare a giochi vicini ai 60 fps con impostazioni medio-alte nel menu delle opzioni grafiche avanzate di questi giochi. Lo schermo del display si aggiorna a 144 Hz, il che è fantastico per prevenire lo strappo dello schermo e per un gameplay più fluido e meno lento.

Mostra anche un layout di raffreddamento intelligente e ha prestazioni termiche migliori anche rispetto al Y545. Ci sono due tubi di calore per la CPU e la GPU, indirizzati verso due dissipatori separati con ventole posizionate in angoli opposti sul retro.

La qualità costruttiva sembra solida, soprattutto con quel caso semplicistico che è elegante ma meno giocoso del gruppo. Quel design conservatore potrebbe essere un vantaggio per alcuni, ma non per altri. Aprendo il coperchio, si ottiene una tastiera con retroilluminazione rossa che è l’unica qui ad avere una tastiera numerica separata. I tasti freccia sono comodamente posizionati sotto questo tastierino, lontano dal tasto shift destro.

È arrivata per ultima nella nostra lista solo grazie al piccolo SSD che ha. Ma appartiene ancora a questo gruppo che è al di sopra del resto del campo dei portatili da gioco sotto i 1.000 euro.

Conclusione

Quindi ci siamo. Vi abbiamo spiegato le nozioni di base sui portatili da gioco, e ciò a cui dovete prestare attenzione, e cosa evitare. Dopo aver fatto tutto il lavoro di gambe, abbiamo ridotto le nostre scelte a 5 dei migliori portatili da gioco al di sotto dei 1.000 euro fino a quest’anno. Questi sono il meglio per le occasioni al di sotto di quella soglia, senza sacrificare la qualità e le prestazioni. Alcuni dei migliori portatili da gioco della gamma da 1.100-1.300 euro dell’anno scorso sono diventati oggi i migliori affari sotto i 1.000 euro.

A volte, c’è quella rara gemma di una nuova offerta che non solo presenta un miglioramento delle prestazioni e anche delle ultime caratteristiche, ma si rivela anche molto conveniente. È il caso della variante HP Omen 15 di cui sopra, che è stata una gradita sorpresa per noi, in quanto ha superato la maggior parte delle caselle di spunta giuste ed è la chiara vincitrice in questo caso. È il tipo di affare a cui si dovrebbe prestare più attenzione.

0 Shares:
You May Also Like
Read More

Migliori schede audio

Migliori schede audio Una scheda audio avrà un elevato segnale al razionamento del rumore. Più segnale, meno rumore.…
Read More

Como raffreddare il PC portatile

I computer portatili e i tablet sono straordinari strumenti tecnologici che diventano sempre più sottili e potenti ogni…
Read More

Come abbassare il ping

Lag. L’eterno incubo dei giocatori. Mentre noi tendiamo a dare la colpa al lag solo per avere una…
Read More

Migliori giochi VR PC

La realtà virtuale è arrivata sul PC. Questa tecnologia ti porta all’interno del mondo di gioco stesso, non…