Migliori impostazioni Fortnite

Ultimo aggiornamento su da Nicholas Frost

Quando si tratta di gioco, molti elementi entrano in gioco per fornire la migliore esperienza di gioco. Il monitor del vostro PC o la TV della vostra console per i controller e le periferiche influiscono tutti sul gioco. E non si tratta solo delle marche e dell’estetica. Si tratta anche delle prestazioni di questi elementi. Perché è importante? Perché si possono avere tutte le competenze e la spinta necessarie per giocare. Ma se la vostra macchina non risponde in modo appropriato ai vostri input, o non funziona come necessario, il risultato sarà un tempo sbagliato.

Ora, di solito, se sei solo un giocatore occasionale, questo non sarebbe un problema. O se si sta giocando un’avventura di gioco per un solo giocatore. Dopotutto, perché non sei in competizione con gli altri o non ti importa molto delle prestazioni, va bene lo stesso. Un po’ di ritardo FPS, controlli inadeguati o un gameplay complessivamente lento non rovinerà il vostro gioco.

Tuttavia, se sei un giocatore serio, un aspirante professionista, o semplicemente un giocatore molto competitivo che ama i giochi multiplayer, allora il modo in cui la tua macchina o l’attrezzatura si comporta è significativo. Un ritardo di un secondo, un leggero calo di fps o una risposta lenta da parte delle periferiche in un momento cruciale possono rendere o interrompere una partita. Può fare la differenza tra vincere una partita o ripartire del tutto.

Sono questi i motivi per cui è essenziale avere le impostazioni corrette quando si tratta delle partite che si giocano. Ora, queste impostazioni sono state decise sulla base di diverse cose di cui parleremo più avanti. Ma quello che dovete sapere è che anche con l’hardware giusto o di prima qualità a vostra disposizione, potete comunque ottenere impostazioni non ottimali nel migliore dei casi o sbagliate nel peggiore.

E anche se il vostro hardware potrebbe rimanere costante, i giochi avranno sempre varie impostazioni ottimali. Ed è capire quale tipo di impostazioni si può giocare al meglio in ogni gioco che darà i migliori risultati. Ci sono molti tipi di giochi in giro, come i giochi di ruolo fantasy, i giochi di combattimento, i giochi di azione e avventura, le arene di battaglia online multiplayer o i MOBA, gli sparatutto in prima persona o gli FPS e i giochi di battaglia royale.

Come detto in precedenza, le impostazioni di gioco per i giochi per giocatore singolo non sono così cruciali se sei un giocatore occasionale. Ma per quelli seri e competitivi, le impostazioni di gioco, soprattutto per i giochi multiplayer, diventano molto importanti. E le impostazioni di gioco sono particolarmente importanti per i giochi che sono molto popolari e altamente competitivi online. E uno di questi giochi che è uno dei giochi multiplayer più popolari oggi è Fortnite.

Fortnite offre una varietà di modalità di gioco tra cui il giocatore può scegliere, tutte molto competitive a diversi livelli. Quindi è fondamentale avere le migliori impostazioni di Fortnite quando si gioca a questo gioco.

Ma cos’è esattamente Fortnite? Perché è accessibile e perché dovreste avere le migliori impostazioni di Fortnite?

Cos’è la Fortnite?

Sviluppato dalla società Epic Games, Fortnite non è solo un gioco. Non è solo il più grande gioco in termini di numero di giocatori degli ultimi due anni. È diventato un’icona culturale e una parte critica della prossima generazione di videogiocatori. Quasi tutti nel mondo, dai bambini delle scuole elementari, ai ragazzi delle confraternite universitarie, alle ragazze delle confraternite, agli impiegati e a tutti coloro che si trovano nel mezzo, giocano a questo gioco in qualsiasi momento. Non solo, l’industria dei videogiochi in diretta streaming comprende centinaia, se non migliaia di streamer, tutti che giocano a questo gioco online in modalità massively multiplayer. A partire dall’ultimo conteggio, si dice che Fortnite abbia 250 milioni di giocatori che combattono attivamente e competono l’uno contro l’altro su più piattaforme.

Hai letto bene. 250 milioni. Un quarto di miliardo di persone giocano a questo gioco.

Fortnite, nel suo nucleo centrale, può essere spiegato molto semplicemente: si tratta di un gioco multiplayer online survival multiplayer game che mette in competizione tra loro diverse persone di tutto il mondo. L’aspetto della sopravvivenza del gioco funziona facendoli combattere l’uno contro l’altro in un ambiente in cui devono correre, raccogliere risorse, costruire e spararsi a vicenda fino a quando l’ultima persona, il duo o la squadra è in piedi.

Fortnite non è assolutamente il primo gioco ad avere questo tipo di gioco. Ci sono decine di giochi simili là fuori che la gente può scegliere di giocare. Ma cos’è che ha reso Fortnite così famoso negli ultimi due anni? Che cosa l’ha reso quasi, se non già, un nome familiare?

Molti fattori hanno contribuito alla rapida popolarità e al successo di Fortnite. È difficile individuare una sola ragione che abbia portato la crescita di Fortnite al colosso che è oggi.

Storia di Fortnite

Quando Fortnite è stato rilasciato per la prima volta, è stato accolto come qualsiasi altro gioco del suo genere. La prima modalità di gioco, “Save the World”, è arrivata con il debutto del gioco nel 2017. Si tratta di una modalità giocatore-ambiente in cui quattro giocatori si uniscono per raggiungere obiettivi diversi in diverse missioni. L’ambientazione del gioco è quella di una Terra che ha perso il 98% della sua popolazione a causa di una tempesta. Tutto ciò che rimane sono i “gusci”, che sono creature simili a zombie che attaccano i giocatori a vista.

Gli elementi di gioco che hanno reso unica Fortnite sono in questa modalità. Come la raccolta di risorse e la costruzione di trappole, la difesa dei rifugi della casa-base e simili.

Quando è stata rilasciata la modalità Battle-Royale di Fortnite, è stato il punto di svolta del gioco. Al momento dell’uscita di Fortnite, un altro gioco di Battle-Royale si era già affermato nel genere: Player Unknown’s Battlegrounds, comunemente noto come PUBG. A quel tempo, PUBG aveva già venduto, in 3 mesi dal suo lancio nel marzo del 2017, più di 5 milioni di copie. I giochi epici si sono poi resi conto che potevano anche aggiungere una modalità battle-royale a Fortnite. Lavorarono vigorosamente e rapidamente in quanto, nel periodo di settembre, Fortnite Battle Royale fu terminato e rilasciato.

Tuttavia, Epic Games decise di cambiare il gioco. Mentre Fortnite Save the World fu venduto a un prezzo, Fortnite Battle Royale uscì come gioco free-to-play. Aveva delle microtransazioni come modo per guadagnare soldi, ma per la maggior parte delle persone poteva giocare senza spendere un solo centesimo.

A causa di questo cambiamento, Fortnite Battle Royale è diventato un successo immediato. Nel giro di un paio di settimane, il gioco aveva accumulato 10 milioni di giocatori. La crescita è stata così rapida che la Epic Games si è affrettata a creare squadre diverse per le loro due versioni di Fortnite for Battle Royale per essere pronti per diverse piattaforme. Le piattaforme includono Android e iOS, che non possono giocare in modalità “Salva il mondo”.

La modalità Fortnite Battle Mode è stata un successo anche dal punto di vista finanziario. Mentre il gioco è gratuito, le sue microtransazioni hanno fruttato all’azienda centinaia di milioni di dollari ogni mese, il che ha permesso a Epic Games di continuare a migliorare il gioco più e più volte. Il denaro, a sua volta, ha permesso l’aggiunta di molti altri elementi vitali che hanno reso Fortnite ancora più popolare, attirando più giocatori, e così via. È un ciclo di successo che ha trasformato il gioco in un fenomeno di cultura pop.

Altre star della cultura pop che giocano il gioco, tra cui il rapper Drake, il wide receiver della NFL Juju Smith-Schuster, e molti altri, hanno attratto ancora più giocatori e attenzione per il gioco. E oggi, è un gigante dell’industria dei giochi che non mostra segni di fermarsi a breve.

Perché Fortnite è così popolare

Come detto in precedenza, molti fattori rendono Fortnite Battle Royale il gioco popolare che è oggi. Ed ecco alcuni di questi fattori:

Mondo grazioso e vivace – a differenza della maggior parte dei giochi del genere che enfatizzano la grafica realistica, Fortnite ha preso l’altra strada e ha avuto il mondo che sembra uscito da un film degli studi Disney. I modelli degli avatar hanno un aspetto espressivamente divertente, gli ambienti hanno forme da cartone animato, e la tavolozza dei colori nel complesso è semplicemente luminosa e accogliente. Le immagini rendono il gioco appetibile a un pubblico più ampio, dai bambini agli adulti.

Meccanica di gioco unica – Fortnite Battle Royale condivide molti elementi dei suoi concorrenti e ispirazione come PUBG. Ma ha delle offerte uniche che lo rendono un gioco che si distingue. Per un gioco la cui meccanica di base per vincere è “sparare alla gente ed essere l’ultima persona rimasta in piedi”, vi troverete a fare molto più di questo per ottenere la vittoria. Il gioco premia la creatività, dal trovare i giusti punti di cecchinaggio o costruirne uno proprio. Sì, costruire strutture è un elemento critico di questo gioco. Ci può volere un po’ di tempo per capire appieno. E ancora di più per padroneggiare. Ma fornisce una strada diversa al di là del semplice “punto croce e fuoco” della maggior parte dei giochi.

Interazione sociale – il gioco non è sempre e solo l’ultima persona in piedi. Né si tratta solo di costruire le strutture migliori per vincere. Epic Games mantiene Fortnite interessante regolarmente aggiungendo molti eventi diversi nel gioco. Questi eventi uniscono i giocatori sotto un obiettivo o un tema comune e diventano argomenti di conversazione molto discussi nei social media. Non solo, il gioco può essere significativamente personalizzato per riflettere la personalità dei giocatori. Opzioni come questa aggiungono strati di capacità di interazione sociale nel gioco che lo rendono più di un semplice sparatutto di battaglia online.

A causa del pervasivo senso di comunità in un gioco altrimenti competitivo, si dice che ci sono pochissime prove di tossicità nella base dei giocatori. Sicuramente ci sono casi di maleducazione e maleducazione, come in tutti i giochi online. Ma sorprendentemente, sembra che i giocatori di Fortnite abbiano un legame sociale che la maggior parte dei giocatori di giochi online non ha.

Combina questo con l’individualità e il controllo che i giocatori possono avere in questo gioco, allora diventa una ricetta sicura per il successo.

Gratuito e facile da iniziare – questo è un fattore significativo per il successo di Fortnite. Potete ottenere il gioco gratuitamente e provarlo voi stessi. Se non è la vostra tazza di tè, disinstallatelo e andate per la vostra strada senza spendere nulla. Se lo è, allora scoprirete che è un gioco molto facile da prendere e da giocare. Che si tratti di un PC molto avanzato, dell’ultima console o del vostro dispositivo mobile, potrete installare e giocare a Fortnite ovunque e in qualsiasi momento.

I diversi elementi delle impostazioni della Fortnite per il gioco competitivo

Non lasciatevi ingannare dalla natura divertente e accogliente della Fortnite. Anche se è un gioco stravagante pieno di divertenti emotes e di eventi e mondi dal design unico per il divertimento, è comunque un gioco sparatutto al suo interno. E molti giocatori, pro e aspiranti pro-giocatori, prendono il gioco molto seriamente.

Guardare un pro-gamer o uno streamer giocare il gioco con le migliori impostazioni di Fortnite è uno spettacolo in sé. Ma quali sono i diversi elementi che devono essere compresi e modificati per ottenere le migliori impostazioni della Fortnite per il gioco agonistico?

Modalità a finestra – questa impostazione è semplice. Significa semplicemente se si giocherà come una finestra mobile di Windows, o se si giocherà a schermo intero. In generale, giocare a schermo intero significa che l’esploratore di Windows può prendere un posto dietro. A schermo intero significa che il gioco si svolge con meno latenza. Tuttavia, dipende ancora da come funziona ogni gioco.

Risoluzione del display – questa impostazione visualizza il numero di pixel orizzontali e verticali da visualizzare. Più alti sono i numeri, più grande è l’area resa visibile. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, più alta è la risoluzione, maggiori sono le risorse utilizzate.

Limite di frame rate – in altre parole, il limite di frame rate è la quantità massima di fotogrammi al secondo che la GPU deve rendere. A prima vista, si può essere tentati di non mettere una scadenza perché potrebbe significare che il gioco funzionerà più facilmente, specialmente con hardware potente. Tuttavia, il rendering a un framerate troppo elevato causerà quello che viene chiamato “screen tearing”. Lo screen tearing è quando lo schermo sembra strapparsi per un momento prima di riattaccarsi. È una cosa fastidiosa da continuare a vedere, specialmente quando succede spesso. Limiti di frame rate più bassi potrebbero non rendere la visualizzazione più fluida, ma riducono se non eliminano lo strappo dello schermo.

VSync – questa impostazione sincronizza il frame rate del gioco con il refresh rate del monitor. VSync risulta in immagini più stabili e aiuta a prevenire il frame rate dello schermo di cui si è parlato prima, che potrebbe essere causato da un frame rate elevato. Se si è in cerca di fedeltà visiva nel gioco, allora attivare questa opzione “on”. Tuttavia, questo può causare un ritardo nell’input, in cui le vostre azioni si rifletteranno più lentamente sullo schermo. In un ambiente competitivo o a favore dell’ambiente, questa è una responsabilità.

Distanza di visualizzazione – determina quanto lontano si può vedere nel gioco. Dice anche alla macchina quanto sarà reso e poi visualizzato. Se il vostro computer non è potente come quelli moderni, una distanza di visualizzazione più bassa significa che verranno visualizzati meno poligoni e texture. Questo dà una spinta alle prestazioni e permette al vostro gioco di funzionare molto più facilmente. Ciò ha il costo non solo di vedere meno, ma anche di rompere una certa immersione nel gioco.

Ombre – questa impostazione determinerà se il gioco renderà le ombre e, se sì, a quale qualità. Le ombre aumentano il realismo del gioco, specialmente quando sono presenti molte luci. Dà un senso di percezione della profondità, a costo di potenza di elaborazione. L’occhio umano è talmente abituato a vedere le ombre nel mondo reale, che spegnerle in un gioco può rivelarsi un po’ stridente per alcuni. Tuttavia, in uno scenario gioco competitivo , spegnere le ombre può essere la scelta giusta. L’immersione fa passare in secondo piano le prestazioni e la vittoria.

Anti-Aliasing – quando un computer o una console mostra qualcosa, i bordi possono sembrare frastagliati. È a causa di come la macchina rende quei bordi. I bordi ruvidi possono rendere terribile un gioco dall’aspetto eccellente, in quanto l’occhio umano vede oggetti normali, di uso quotidiano, con bordi puliti. L’anti-aliasing riduce la frastagliatura di questi bordi, ma a costo delle prestazioni. Ci sono molti tipi e livelli di anti-aliasing tra cui scegliere, come SSAA e simili.

Textures – le texture, o a volte la qualità della texture, sono la “pelle” delle “ossa” del modello 3d. Pensatela come la vernice di un oggetto. È ciò che fa sembrare le “forme” dei modelli 3d come se fossero metallo, legno, pietra, acqua, vegetazione o qualsiasi altra cosa. Le texture possono anche aggiungere profondità a un modello 3d. Tocchi a bassa risoluzione faranno sembrare un modello 3d sfocato, ma occupa meno risorse. Le texture ad alta risoluzione renderanno il gioco più realistico e dettagliato, ma potrebbero far soffrire le prestazioni.

Effetti – si riferisce ad effetti visivi aggiuntivi come scintille, acqua scintillante e così via. Mettetevi in alto, e questo trasforma il gioco in una creazione davvero realistica, perché sono i dettagli più piccoli e sottili a fare la differenza più significativa. Tuttavia, livelli più alti di questo saranno più gravosi per le risorse e richiederanno un hardware molto più potente.

Post Processing – pensate al post-processing come alla differenza tra un semplice autolavaggio e l’auto-detailing. Certo, un autolavaggio pulirà la vostra auto e la farà risplendere. Ma l’autodettaglio fa uno o più passi avanti. È quello che è il post-processing. Aggiunge un altro processo a un’immagine dopo averla resa e resa pronta per la visualizzazione. Il risultato è che le immagini appaiono più morbide e molto più facili da vedere. Ma richiede anche molte risorse e molta potenza di elaborazione.

Motion Blur – questa impostazione aggiunge un effetto di sfocatura quando si sposta la fotocamera, specialmente quando la si tocca velocemente. È un ulteriore livello di realismo. Perché nel mondo reale, questo è ciò che accade anche alla vostra visione. Avete mai guidato un rollercoaster così velocemente che tutto intorno a voi sembra sfocato? Questo è ciò che fa la sfocatura del movimento. Se il realismo è il tuo obiettivo, allora questo può essere acceso. Tuttavia, in un ambiente competitivo, può rendere le cose, e soprattutto gli obiettivi, più difficili da vedere.

Mostra FPS – quando provi le regolazioni che hai fatto nelle tue impostazioni, accenderlo è utile. Vi mostrerà il numero di fotogrammi al secondo che la vostra macchina sta fornendo con successo. Vi aiuterà a mettere a punto le impostazioni per ottimizzarle in base alle vostre esigenze.

Oltre a queste impostazioni grafiche, ci sono anche le impostazioni per i vostri controlli. A cosa serve gestire il gioco al meglio se non si riesce a controllare correttamente il proprio personaggio?

Le impostazioni dei controlli includono come si comporta il mouse, quali tasti vengono utilizzati per eseguire diverse azioni e quanto è grande la visualizzazione della testa in alto. La maggior parte delle impostazioni critiche di legatura sono piuttosto autoesplicative, ma alcune hanno bisogno di qualche spiegazione per essere comprese meglio.

Mouse Sensitivity X – si riferisce a quanto velocemente il cursore della fotocamera o del mouse risponde al movimento sinistro e destro del mouse fisico. Più alto è il numero, più sensibile sarà la risposta. Più basso è il numero, più alto è l’input sul mouse fisico, più è necessario

Mouse Sensitivity Y – è uguale alla sensibilità X, ma si riferisce al movimento verticale o al movimento verso l’alto e verso il basso del mouse. Si applicano le stesse regole. In generale, tuttavia, questi numeri sono impostati in modo diverso l’uno dall’altro. Soprattutto quando lo fanno i pro-gamer.

Mouse Targeting Sensitivity – questa impostazione regola regola la sensibilità del vostro mirino al movimento del mouse quando guardate verso il basso il mirino dell’arma. Per questo motivo è anche comunemente noto come ADS o mira verso il basso. Ma in Fortnite, guardare verso il basso il mirino è diverso dal guardare attraverso un cannocchiale.

Mouse Scope Sensitivity – questa impostazione cambia la velocità con cui il mirino risponde al movimento del mouse quando si guarda attraverso il mirino di un’arma come un fucile da cecchino. Nella maggior parte dei casi, i giocatori abbassano la sensibilità per avere più controllo, soprattutto perché ingrandisce.

Mouse DPI – anche se questa impostazione non è nel gioco in sé, è anche qualcosa che si dovrebbe modificare per i propri gusti. DPI sta per punti per pollice, con i punti che si riferiscono ai pixel sullo schermo. Un mouse impostato a 800 DPI, per esempio, se spostato di 1 pollice, farà muovere il cursore del mouse o il mirino di 800 pixel. In media, la maggior parte dei giocatori e dei professionisti impostano i DPI del mouse a un livello basso per rendere il puntamento molto più controllabile.

Tasso di sondaggio – questo suona molto simile al DPI o alla sensibilità del mouse. Ma è diverso. Il polling rate determina quante volte il mouse indica al computer la sua posizione al secondo. A prima vista, ciò significa che più spesso il mouse segnala la sua posizione, più veloce e reattivo sarà il mouse. E se questo è vero, significa anche che la CPU avrà un tasso di utilizzo più elevato rispetto a quello del mouse.

La differenza nel tempo di risposta è nei millisecondi. E anche se all’inizio non sembra un grosso problema, lo è. In un gioco in cui le vittorie e le perdite, la vita e la morte sono a carico di chi preme il grilletto per primo, qualche millisecondo di differenza è fondamentale.

Scala HUD – questo imposta la dimensione del display head up. È l’area in cui si possono vedere diversi bit di informazioni, come la salute, il conteggio delle munizioni, diverse statistiche e altro ancora. Troppo grande, e questo può bloccare alcune delle vostre visualizzazioni. Troppo piccola, e questo rende difficile conoscere le informazioni essenziali.

Ora, prima di procedere alle nostre raccomandazioni, c’è un’altra cosa da includere nelle migliori impostazioni di Fortnite: spegnere accelerazione del mouse .

Accelerazione del mouse – l’accelerazione del mouse è un modo del sistema operativo per rendere l’uso del mouse molto più confortevole e più conveniente per compiti umili. Essa fa in modo che la distanza percorsa dal cursore del mouse, sia dettata dalla velocità con cui si muove il mouse fisico. Più lento è il movimento del mouse, minore è la distanza percorsa dal cursore. Montate il mouse velocemente, e attraverserà lo schermo con il minimo sforzo.

Anche se può essere un modo conveniente per navigare in internet, può essere un ostacolo al gioco, soprattutto nei giochi competitivi e pro-gaming. Incasina il modo in cui il cervello elabora il movimento e la distanza. Così, quasi tutti i giocatori della Fortnite competitiva e pro hanno questa opzione disattivata.

Ci sono molti modi diversi per disattivare l’accelerazione del mouse, a seconda del sistema operativo del computer. In Windows, è visibile nella parte dei dispositivi e delle stampanti. In Mac OSX, richiederà un po’ di codifica manuale, ma è fattibile. Le guide su Internet lo rendono facile da fare.

In Fortnite, tuttavia, può essere abbastanza complicato, soprattutto perché Fortnite cerca di attivare l’accelerazione del mouse ogni volta che si esegue il gioco. Ma lo sforzo extra ne vale la pena, quindi se volete avere le migliori impostazioni di Fortnite, dovreste farlo.

Questi sono i passi per disabilitare l’accelerazione del mouse in Fortnite:

  1. Vai alla cartella locale AppData che contiene la cartella FortniteGame. Potete trovarlo facilmente andando nella parte C:users del disco rigido che contiene il vostro sistema operativo. Scegliete il vostro nome utente, poi andate su AppData e poi su locale. Se non riuscite a trovarlo, dovete attivare l’opzione per vedere i file nascosti in Esplora risorse di Windows. Si fa clic su “visualizza” e si abilita la parte “elementi nascosti”. Nelle vecchie versioni di Windows, il trucco consiste nel fare clic con il tasto destro del mouse e passare alle opzioni delle cartelle.
  2. Quando si entra nella cartella FortniteGame, si vedrà un file chiamato GameUserSettings.ini. Aprite questo file con un editor di testo come Notepad o Wordpad.
  3. Trova una riga che dice, “bDisableMouseAcceleration=False”. Una volta trovata, cambiate la parte “Falso” in “Vero”. Ora significa che l’accelerazione del mouse è stata disattivata.
  4. Salva il file. Non create un nuovo file se vi viene richiesto di farlo. Sovrascrivere il file GameUserSettings.ini.
  5. Non hai finito, comunque. Perché nel momento in cui apri Fortnite, il gioco riaccenderà l’accelerazione del mouse. Per impedire al gioco di fare questo, vai di nuovo nella cartella FortniteGame. Cliccate con il tasto destro del mouse sul file e scegliete le proprietà. Nella finestra che appare, cliccate su “sola lettura” per accenderlo. Ora Fortnite non sarà in grado di sovrascrivere le impostazioni.

Quali sono le migliori impostazioni di Fortnite?

Per poter ottenere le migliori impostazioni di Fortnite possibili, molte cose devono essere prese in considerazione. Il vostro hardware, ad esempio, vi dirà se dovete sacrificare la qualità visiva per le prestazioni o se potete gestire entrambe le cose. Solo le vostre fibre muscolari possono dirvi se vi comportate meglio con una maggiore sensibilità del mouse e DPI. Solo l’abilità delle vostre dita può dettare come legare i tasti azione della tastiera.

Ma ci sono raccomandazioni, basate su come gli esperti e i professionisti giocano a Fortnite. Sono le loro preferenze che comprendono i migliori consigli per le impostazioni di Fortnite disponibili.

Ecco i nostri consigli che possono funzionare con macchine di alto e medio livello:

Modalità a finestra – Off. Scegliere la modalità a schermo intero. Dedica la maggior parte delle risorse della macchina nell’esecuzione del gioco invece di avere l’esploratore a finestre pronto e disponibile.

Risoluzione dello schermo – 16:9 1080p (1920×1080) Questo ti dà uno schermo intero con cui giocare, facendoti vedere più cose che stanno succedendo.

Limite di frame rate – 60 FPS. È abbastanza veloce da rendere il gioco scorrevole, ma non troppo veloce da causare lo strappo dello schermo e da rendere difficile il blocco dell’azione.

Visualizza la distanza: “Epico”. È l’impostazione più alta possibile. Vi permetterà di vedere obiettivi ed eventi dalla distanza più lontana, in modo da avere il tempo di assestare, mirare o ritirarsi se necessario.

Ombre – Off. Spegnendo le ombre si risparmiano risorse e potenza di elaborazione. Inoltre, l’azione è troppo veloce per preoccuparsi se la luce deve proiettare o meno le ombre in un certo modo.

Anti-Aliasing – Off. L’anti-aliasing occupa risorse, specialmente se ci sono molte cose sullo schermo, che è ciò che tende ad accadere in uno scenario di battaglia. Spegnendolo aumenta le prestazioni.

Textures – Basso. Anche le immagini di alta qualità prendono il tanto necessario VRAM. Impostarla a basso aumenta notevolmente le prestazioni.

Effetti – Basso. Stesso motivo per cui le texture vengono impostate su Basso.

Post elaborazione – Basso. Stesso motivo della trasformazione di Textures ed Effetti in Basso.

Vsync – Off. E’ una cosa cruciale da spegnere e tenere spento, specialmente quando si gioca in modo competitivo. Il modo in cui Vsync funziona è che dice alla GPU di tenere a bada un fotogramma fino a quando il monitor del display non è pronto. È ciò che aiuta a prevenire lo strappo dello schermo. Tuttavia, il ritardo dell’ingresso avviene quando un ingresso termina a un frame specifico. Quel frame viene poi trattenuto per qualche millisecondo perché il monitor non è ancora pronto. Quando il monitor si aggiorna qualche millisecondo dopo, è il momento in cui finalmente vedete il vostro input.

Potrebbe non sembrare molto, ma tenendo conto che anche altre parti del vostro hardware potrebbero causare un ritardo nell’input, minimizzarlo il più possibile non fa male.

Motion Blur – Off. Motion blur potrebbe essere utile per rendere il gioco più reale, ma può causare difficoltà nel vedere i dettagli. Spegnendolo rende tutto più visibile.

Mostra FPS – On questo aiuterà a determinare se si sta verificando un calo del frame rate in modo da poterlo correggere prima della prossima partita.

Mouse Sensitivity X – 0.1, Mouse Sensitivity Y – 0.1 – alcuni giocatori professionisti rendono le loro impostazioni X e Y diverse. Ma in media, i giocatori professionisti mantengono le stesse impostazioni. Questo fa sì che mirare da sinistra a destra e su fino a giù richieda la stessa quantità di sforzo.

Mouse Targeting Sensitivity – 0.55, Mouse Scope Sensitivity – 0.65 – queste sono le impostazioni medie dei giocatori della Fortnite più competitivi. E ’diverso tra i due a causa della natura di guardare verso il basso il mirino di un’arma contro guardare attraverso un cannocchiale.

Mouse DPI – 800, Polling rate – 500 Hertz – A 800 DPI, il mouse non è così lento da manipolare, ma non è nemmeno troppo suscettibile a improvvisi scoppi di movimento. 500 Hertz è anche un eccellente tasso di aggiornamento medio per la posizione del mouse.

Scala HUD – 1 – Non c’è bisogno di armeggiare con le impostazioni predefinite.

Accelerazione del mouse – Off. È un must assoluto.

Queste sono davvero le migliori impostazioni di Fortnite?

Questi consigli che abbiamo fatto sono tratti dalle impostazioni medie dei giocatori della Fortnite competitiva e pro livello. Il vostro chilometraggio può variare a seconda della vostra macchina. Se la vostra GPU non è alla pari, considerate la possibilità di abbassare la distanza di visualizzazione o la risoluzione. Se il vostro mouse ha un tasso di polling più basso, allora forse ritoccate il DPI o le sensibilità per compensare.

Le migliori impostazioni della Fortnite variano da giocatore a giocatore. Per esempio, il Ninja pro-gamer ha parametri leggermente diversi rispetto a quelli da noi consigliati. Guardare le impostazioni dei migliori pro-gamer della scena competitiva della Fortnite è anche il modo giusto per determinare quali impostazioni si devono copiare e abituarsi.

0 Shares:
You May Also Like
Read More

Migliori cases Mini-ITX del 2020

Migliori cases Mini-ITX Acquista su Amazon Per coloro che vogliono avere la possibilità di espandere il proprio impianto…
Read More

Miglior Hard Disk Esterno

Quando si tratta di memorizzazione dei dati, molte idee vi attraverseranno la mente. Ma da qualche anno a…
Read More

Miglior monitor Freesync

Che senso ha ottenere componenti costosi per il vostro sistema PC se non avete un monitor di gioco…
Read More

Miglior estensore WiFi

Un estensore WiFi è un dispositivo che si utilizza con un router per aumentare la sua portata, migliorare…
Read More

Migliori proiettore hd gaming

Nel corso degli anni, gli schermi di gioco sono progressivamente cresciuti in dimensioni e qualità. Dai vecchi monitor…