I migliori giochi multigiocatore locali

Ultimo aggiornamento su da Nicholas Frost

C’era un tempo in cui l’unica opzione multiplayer possibile era la cooperazione locale con un amico o un membro della famiglia sul divano tramite uno schermo diviso su TV o monitor. Era possibile anche una competizione a schermo diviso che permetteva ai giocatori di competere tra loro sullo stesso computer. Questo era l’unico modo per giocare una partita con qualcun altro all’epoca.

Giochi come Doom rivoluzionarono il gioco in rete anche quando il multiplayer online non era ancora una cosa. Doom permetteva modalità co-op su un singolo PC per due giocatori che si aiutavano a vicenda nel gioco . Ma ha anche reso popolari i deathmatch con i PC in rete via LAN o Local Area Networks, ed è qui che il gioco multiplayer in rete ha preso piede.

Intendiamoci, era ancora una connessione locale, ma la maggior parte degli sviluppatori di giochi da allora fornisce sempre una qualche forma di multiplayer locale come standard, sia in co-op locale che in LAN. I LAN party sono presto diventati una cosa.

Fuori dai giochi AAA

Con l’avvento di Internet nelle case, gli sviluppatori di giochi hanno iniziato a fare una virata verso l’aggiunta di una funzione multiplayer online.

Qualunque sia il multiplayer locale o co-op che esisteva, è stato relegato a una componente multiplayer secondaria che era solo un ripensamento. Ben presto, la maggior parte degli sviluppatori ha abbandonato l’idea e si è concentrata sul multiplayer online.

All’epoca, la gente se ne lamentava, certo. Tuttavia, gli editori di giochi sapevano che anche senza di esso, la gente avrebbe comunque comprato i loro giochi, quindi perché preoccuparsi di aggiungerli? Gli sviluppatori stavano già fornendo il multiplayer online, e la sua popolarità stava crescendo rapidamente. Per gli affari aveva senso, ed era la strada da seguire.

Alla fine, il gioco online è diventato l’esperienza multiplayer dominante che i giocatori hanno imparato ad accettare, e presto la gente si è dimenticata del multiplayer locale una volta erano nei giochi AAA.

Perché sono ancora rilevanti

Molti sviluppatori più piccoli o indie non hanno mai dimenticato il loro valore e hanno continuato a sviluppare giochi multiplayer locali. Questi giochi non avevano gli alti valori di produzione delle grandi aziende di gioco, ma questo non ha impedito alla gente di giocarci. È stato anche facile per i creatori di giochi indie startup crearne uno perché non avevano le risorse di questi giganti dell’industria del gioco.

Oggi ci sono ancora migliaia di questi giochi tra cui scegliere. Non sarà un mercato enorme, ma questi piccoli sviluppatori hanno trovato la loro nicchia, e il gioco multigiocatore locale ha prosperato ed è vivo e vegeto.

È più personale

Molte persone apprezzano ancora il valore di giocare con i loro amici o la famiglia. C’è qualcosa nel giocare con o contro qualcuno che conosci faccia a faccia che non puoi duplicare nel gioco online. Il multiplayer locale è diventato un mezzo dove gli amici possono uscire insieme e divertirsi insieme. È un mercato legittimo per lo sviluppo di giochi.

Nel gioco online, la maggior parte delle volte, si gioca con o contro persone anonime. Sì, hanno dei nomi utente, e potresti vederli giocare online di tanto in tanto, ma non sono davvero tuoi amici. Almeno speriamo che non pensiate che siano i vostri veri amici. Non stiamo dicendo che sia impossibile farsi dei veri amici online, ma questa è più un’eccezione che la regola.

Potrebbe trattarsi di qualche adolescente angosciato o di qualcuno che giura su una tempesta. Erano entità senza volto all’altro capo del collegamento, e potrebbero essere chiunque. C’è poca censura, ed è facile essere un prepotente online.

È così impersonale perché è raro che qualcuno si preoccupi di qualcun altro online. I giocatori sono lì perché preferiscono giocare e competere con un altro essere umano, piuttosto che con una IA (Intelligenza Artificiale) nel gioco.

Potresti conoscere alcune delle persone con cui stai giocando online a livello personale nella vita reale, ma è comunque diverso quando stai giocando un gioco proprio accanto a loro nella stessa stanza mentre vi state divertendo tutti insieme davanti a qualche snack e bevande fredde. Riunire le persone nella vita reale è qualcosa che i giochi multiplayer locali fanno meglio.

Borderlands 3

Sono passati sette anni, ma Gearbox Software ha trovato il migliore finora.

Si gioca nei panni di un Cacciatore di Volte su un pianeta chiamato Pandora, che per molto tempo è stato conosciuto come un deposito di caveau alieni dimenticati da tempo, contenenti grandi quantità di tesori, tecnologia e potenza. I Crimson Raiders sono le forze di resistenza che proteggono Pandora. Sono i buoni che vi hanno ingaggiato per fermare un culto malvagio che sta cercando questi caveau sparsi per la galassia per sfruttare il loro potere.

La grafica di questo gioco è di altissimo livello, con uno stile artistico unico che la gente ha erroneamente chiamato cel-shading, ma non lo è. Invece, usano l’ombreggiatura Sobel per evidenziare i bordi degli oggetti, in modo che ci sia un contorno distinto intorno a loro. Diciamo solo che dà alla serie Borderlands un aspetto stilizzato ma grintoso, anche se il mondo di gioco e i personaggi sono da cartone animato.

È uno sparatutto in prima persona che enfatizza la raccolta di bottini e le modifiche di armi e attrezzature. La personalizzazione in questi giochi è sempre stata strabiliante, e Borderlands 3 perfeziona e addirittura amplia questa tradizione.

Uno schermo diviso si occupa del gioco multigiocatore locale. È abbastanza fluido e impressionante e reso possibile senza compromessi. Questo gioco utilizza l’Unreal Engine 4 ed è stato pensato per funzionare su sistemi di generazione corrente, quindi non dovrebbe esserci alcun problema in questa modalità.

I nemici si scaleranno fino al giocatore con il livello più alto. Quindi, se avete appena iniziato a giocare un gioco con qualcuno che ha già trascorso molto tempo con esso, tenete presente che sarete molto più vulnerabili agli attacchi nemici. Sarete però ricompensati con più XP, quindi con nemici più deboli.

Mortal Kombat 11

I giochi di combattimento sono sempre stati un punto fermo dei giochi multigiocatore locali, e quale modo migliore per godersi il genere se non con l’ultimo dei NetherRealms Studios, Mortal Kombat 11.

La gang è tornata, e segue gli eventi di Mortal Kombat X. La divinità che controlla il tempo Kronika vuole fissare la linea temporale che secondo lei Raiden ha incasinato. Vuole un regalo senza Raiden. Per fare questo, recluta il cast di Mortal Kombat 2. Dovresti completare la modalità storia ben prodotta per scoprire cosa succede. Ci sono 25 personaggi giocabili tra cui scegliere.

La parte divertente della trama contorta è rappresentata dalle interazioni tra i personaggi e dalle differenze di personalità con il proprio passato. Così come divertenti sono le reazioni dei personaggi del passato, vedendo cosa ne è stato del loro sé futuro. È divertente vedere come l’attuale Johnny Cage, che si è addolcito un po’, si sia finalmente reso conto che il suo sé più giovane era un idiota felice, egocentrico e assorto, per cui è noto in tutta la serie.

È ancora molto divertente giocare a questo gioco sul divano con un amico, come sempre. Basta selezionare “Locale” nel menu Fight e assicurarsi che il proprio amico abbia un controller. Dopo di che siate pronti a tirarvi fuori le budella a vicenda, nella modalità player-vs.-player del gioco, naturalmente, o ad unire le forze come tag team contro l’IA. C’è anche un’opzione di torneo in cui entrambi potete entrare e competere l’uno contro l’altro e contro l’IA.

Super Smash Bros. Ultimate

È un altro gioco di combattimento, questa volta un crossover tra i franchise di giochi Nintendo e altri franchise di terze parti, ed è in circolazione dal 1999. Quest’ultimo di Bandai Namco Studios, uscito nel 2018, è il quinto capitolo della serie e presenta 74 personaggi giocabili.

L’obiettivo è quello di mettere tutti gli altri fuori gioco in uno dei 108 stadi. Più il tuo avversario subisce danni, più facile è lanciarlo fuori dall’arena. È come un incontro di sumo con gli steroidi. Sparpagliati su questi stadi ci sono potenziamenti che potete usare per rendere il lavoro più facile. Ogni personaggio viene trattato con amore e cura in modo che rimanga fedele ai suoi giochi originali.

Un’altra massiccia aggiunta è una modalità avventura in stile RPG (modalità storia) chiamata World of Light nella campagna per giocatore singolo. Probabilmente ci vorrebbero 20-30 ore per completarla al 100%, e 15-20 ore per battere il boss definitivo e finire la storia. Tuttavia, è caratterizzata da più finali.

La campagna ti dà la possibilità di sbloccare i combattenti in modo da poterli inserire nel tuo roster. Lo fai raccogliendo gli spiriti che ti aiutano a sbloccare altre aree della mappa che prima non potevi visitare. Poi incontri degli impostori lungo il percorso, e li sconfiggi per sbloccare il personaggio.

Con il numero di personaggi e la diversità di stili che portano, a volte si vuole solo vedere cosa può fare l’altro. A causa delle loro peculiarità individuali, l’azione non invecchia mai nelle arene che sono ancora più varie e superano in numero i personaggi stessi. Con l’enorme quantità di contenuti di qualità, terrà te e i tuoi amici incollati per ore.

Per il multiplayer locale, possono giocare fino a 8 persone, purché abbiano un controller che il gioco riconosce, ma è necessario impostarli tutti sul menu. Potrebbe essere un controller Gamecube, un controller Pro, Joy-Con, ecc. Una volta che tutti i controller sono impostati per ogni giocatore, possono iniziare a scegliere i loro rispettivi personaggi e lasciare che il caos ne derivi.

A Way Out

Questo gioco molto originale non ha una modalità single-player ed è giocabile solo con co-op multiplayer locale o online.

Tu e il tuo amico giocate nei panni di Vincent o Leo, due criminali condannati che si sono uniti nel tentativo di fuggire dalla prigione in cui si trovano. Da lì, una storia più grande si sviluppa mentre si mettono in gioco per vendicarsi di un nemico comune, un boss del crimine di nome Harvey.

Dovete lavorare insieme e coordinare le vostre azioni per superare in astuzia le guardie carcerarie e fuggire dalla struttura. Il gioco per entrambi i giocatori non è sincronizzato. È come se ognuno di loro stesse giocando un diverso gioco per giocatore singolo nello stesso universo che avviene nello stesso momento.

Vedono l’altro come un altro PNG con cui devono fare squadra per completare gli obiettivi. Solo che questa volta il loro partner PNG è controllato dall’altro giocatore, che gioca anche la sua campagna per giocatore singolo. Ogni giocatore potrebbe fare qualcosa di diverso, ma è sempre nella stessa storia. Condividono un obiettivo comune e devono aiutarsi a vicenda per raggiungerlo.

Sembra una dinamica strana, ma funziona. Potresti guardare una cutscene nel cortile della prigione durante il tuo playthrough, ma allo stesso tempo, il tuo amico potrebbe raccogliere più informazioni parlando con un altro PNG in un corridoio da qualche parte. O entrambi potreste essere vicini e vedere l’avatar del vostro amico fare quello che deve fare.

Se c’è qualcosa di negativo che potremmo dire di questo meccanismo è che rende difficile concentrarsi sulla vostra metà dello schermo. Anche tu sei curioso di sapere cosa succede sullo schermo del tuo amico. È importante guardare entrambi gli schermi. A volte, entrambi cercate di coordinare le vostre azioni per completare un obiettivo. A volte, quando voi due parlate con persone diverse, le conversazioni si sovrappongono e può essere difficile capire cosa dicono le persone.

A parte questi problemi, tutto il resto è perfetto. L’implementazione locale co-op a 2 giocatori è con uno split-screen dinamicamente adattivo. A volte lo schermo è diviso orizzontalmente e a volte verticalmente. A volte si ottiene uno schermo più grande, e a volte il tuo amico lo fa. Si passa a quello che meglio si adatta allo scenario attuale e dà al gioco un aspetto cinematografico.

Left for Dead 2

A testimonianza di quanto sia buono il gioco Left 4 Dead II, è ancora apprezzato dai giocatori anche un decennio dopo la sua uscita. Dimostra che i sequel possono essere superiori ai loro originali. Ecco cos’è questo gioco. Lo sviluppatore Valve Corp. ha preso tutto fin dal primo e lo ha migliorato in tutti i modi per realizzare un fantastico classico del survival horror zombie.

È ambientato nel sud degli Stati Uniti nel mondo post-apocalittico devastato da un virus pandemico chiamato “influenza verde” che ha fatto mutare le persone per diventare violenti contro chiunque non sia infetto. Si può giocare come qualsiasi membro di una squadra di quattro sopravvissuti che stanno cercando di raggiungere una zona sicura istituita dal governo e dai militari per salvare gli sfollati.

I diversi tipi di mutanti in questo gioco hanno ottenuto i loro nomi in base al loro particolare comportamento. Lo Spitter è una femmina che vomita acido. Il Fantino cavalca sulle spalle delle sue vittime e le dirige verso l’orda. Il Fumatore rilascia una nuvola di fumo tossico quando muore. Il Tank ha una super resistenza e può lanciare veicoli e lastre di cemento. Ce ne sono molti altri.

Un’altra caratteristica unica dell’IA è quella che Valve chiama il Direttore. Essa orchestra gli attacchi degli zombie sulla squadra, a seconda di quanto sono bravi i giocatori. Se percepisce che sei un esperto del gioco, aumenta la difficoltà e scatena su di te un maggior numero di mutanti. Se sembra che tu abbia difficoltà, si tira un po’ indietro per darti un po’ di respiro. In questo modo, ogni playthrough è diverso e vario, dando al gioco un valore di replay molto alto.

Il gioco ha cinque campagne che potete selezionare nel menu principale. Ogni campagna è impostata in una posizione diversa e fa avanzare la trama. L’obiettivo è quello di raggiungere un luogo sicuro che serva da punto di controllo del gioco. Ci sono tre o più livelli in ogni campagna. Il livello finale è il più difficile e presenta alla vostra squadra una sfida diversa da superare in attesa di essere salvata e di respingere un’orda di zombie mutanti.

Potete affrontare gli infetti come una squadra di quattro in una LAN. Oppure tu e un amico potete interpretare due dei quattro personaggi principali in uno schermo diviso. Ci sono anche altre modalità di gioco, come la modalità Survival, che vi terranno impegnati a giocare a questo gioco per un po’.

Diablo 3

Smerigliare la tua strada attraverso la storia e il mondo di Sanctuary in Diablo 3 con un amico può essere molto divertente mentre entrambi afferrate il bottino migliore e guadagnate più XP annientando ogni demone che incontrate lungo il percorso.

Puoi giocare nei panni di una delle sette classi di personaggi, ovvero, barbaro, crociato, cacciatore di demoni, stregone, mago, monaco o negromante. Ognuno ha le proprie capacità, punti di forza e debolezze. Ognuno offre un’esperienza di gioco diversa, diversi tipi di armi, armature e abilità. Questo e gli ambienti generati in modo procedurale mantengono ogni gioco fresco, in modo che non ci si annoia mai.

Ogni volta che si sale di livello, si ottiene una nuova scelta di abilità così come i buffs passivi che si possono mettere nelle slot se si desidera utilizzarli. Questi slot sono limitati, specialmente vicino all’inizio, e aumentano anche a certi livelli. Queste abilità e i buff non sono permanenti, il che significa che puoi cambiarli ogni volta che vuoi fino a quando non trovi la giusta combinazione che ti piace per il tuo personaggio. I potenziamenti delle rune per le abilità che hai selezionato vengono sbloccati ogni volta che sali di livello, in modo da poter migliorare quelle abilità.

Sbloccate anche le armi e le armature di livello superiore al fabbro che potete aver costruito. Se addestri il tuo fabbro, può creare nuovi attrezzi sulla lista ed espandere le tue scelte. Ci sono delle cianografie dell’attrezzatura che può fare per voi che mostrano i materiali che dovete trovare e quanto oro dovete pagare. Se avete altri attrezzi che non volete, potete recuperarli per quei materiali.

Le gemme aggiornano questi oggetti che si inseriscono nelle fessure e forniscono diversi bonus di attributi. C’è un gioielliere dove puoi far migliorare le tue gemme. C’è un libro che può identificare tutti gli oggetti leggendari che hai trovato prima di poterli usare.

C’è una grande soddisfazione nel trovare un bottino epico che vi renderà più efficienti nello smaltimento di qualsiasi mostruosità il gioco vi lanci. Anche solo un po’, si può sentire che queste creature vanno giù più facilmente e velocemente, e questo vi motiva a scroccare in giro per trovare un altro bottino fino a quando non ne trovate uno ancora migliore. Risciacquate e ripetete. È questa ricerca senza fine per trovare l’ultimo mostro che schiaccia gli artefatti, che è l’aspetto più avvincente di Diablo, e anche in questa terza volta, non invecchia mai.

Infatti, migliora. Blizzard riesce a superare tutto ciò che il venerato predecessore di Diablo III ha fatto bene e ha aggiunto altre sfumature che lo hanno completamente oscurato. Il senso della scala, da solo, rende insignificante l’originale. Certo, ci è voluto un po’ più di un decennio per pubblicare questo gioco. Non ci sorprenderemmo se anche questo riuscisse a rimanere rilevante per così tanto tempo.

Mario Kart 8 Deluxe

È il titolo più venduto su Nintendo Switch, che è una porta potenziata del gioco originale più tutti i DLC. Per inciso, è anche il primo gioco di Mario in questa console portatile. In questo gioco, si gareggia con il proprio go-cart personalizzato contro altri personaggi dell’universo Mario di Nintendo.

Un totale di 42 personaggi sono giocabili in questo gioco all’inizio. Ognuno di essi ha il suo unico carrello, e mentre li fai correre, raccogli le monete d’oro sui binari. Ci sono diverse monete d’oro necessarie per sbloccare le parti in modo da poter personalizzare ulteriormente la corsa. Queste possono cambiare l’aspetto, l’accelerazione e la velocità massima, migliorare le caratteristiche di maneggevolezza, aggiungere peso per mettere fuori combattimento gli altri veicoli e la trazione per migliorare l’aderenza. Questi non sono solo veicoli ordinari, ma possono far spuntare alianti o paracadute, guidare sotto i soffitti e correre su per i muri, e fare ogni sorta di cose che sfidano la gravità e la fisica. Ci sono un totale di 48 piste molto dettagliate che possono ospitare fino a 12 carrelli per gara, e il loro design è di prim’ordine e fantasioso.

Per un gradito cambio di ritmo, c’è una nuova modalità Battle Mode rinnovata con cinque modalità su otto nuove arene che sono campi da gioco costruiti appositamente per i corridori che si scontrano tra loro. C’è Balloon Battle in cui bisogna far scoppiare i palloncini l’uno con l’altro. L’obiettivo di Coin Runners è quello di avere il maggior numero di monete d’oro alla fine della partita.

Bob-bomb Blast è dove i giocatori portano fino a 10 bob-bombe per far saltare in aria l’altro. Il vincitore in Shine Thief è il giocatore che può tenere in mano uno shine sprite per 20 secondi. Renegade Roundup è dove la squadra delle Autorità cerca di catturare i membri della squadra dei Rinnegati. I Rinnegati possono cercare di liberare qualsiasi membro della squadra catturato in celle sospese con il rischio di essere catturati loro stessi. Le Autorità vincono se catturano tutti i rinnegati e perdono se ci sono ancora in giro quando il tempo scade.

Fino a 8 giocatori possono giocare in locale, e c’è anche un’opzione split-screen per un massimo di 4 giocatori dove si può gareggiare con i compagni usando i joy-con controller. Infatti, si può gareggiare in split-screen Switch contro un altro con la stessa configurazione.

Gears 5

È il quinto capitolo della saga Gears of War di The Coalition per le piattaforme Xbox One e Window PC.

È uno sparatutto in terza persona che si differenzia dai suoi predecessori, che erano sparatutto di copertura lineare. La meccanica di sparatutto in copertura è ancora presente e più raffinata, ma il gioco ha due ambientazioni open-world, un allontanamento dal design per lo più a corridoio dei giochi del passato. Su un pianeta chiamato Sera, i colonizzatori umani stanno combattendo contro un esercito implacabile di una razza spietata chiamata Locuste.

All’inizio del primo atto, si prende il controllo di JD Fenix (figlio del protagonista principale dei giochi precedenti) fino a raggiungere il secondo atto. Lo accompagnano Del Walker e un robot di nome Jack che può essere controllato da altri giocatori. Dopo di che, e per il resto del gioco nella campagna per giocatore singolo, si interpreta il ruolo di Kait Diaz in un viaggio alla scoperta di sé dopo aver scoperto nel gioco precedente che è di discendenza Locusta.

Va da sola e cerca di scoprire le origini della sua famiglia, che formano una spaccatura tra lei e il suo amico JD. Del decide di aiutarla e si unisce a lei in questa ricerca insieme a Jack. Jack, che è un piccolo robot galleggiante simile a Mr. Handy in Fallout 4, fa anche da navigatore suggerendo le aree che potrebbero andare sulle mappe del mondo aperto che non sono ancora state visitate. Si recano in questi nuovi luoghi su uno skiff, che è un incrocio tra una piccola barca a vela e una slitta, affrontando molti pericoli lungo il percorso.

Per il multiplayer locale, Gears 5 supporta la modalità cooperativa della campagna a tre giocatori in split-screen. Tu e un paio di tuoi amici giocate nei panni dei tre personaggi principali mentre vivono la storia. La campagna di Gears è la più lunga della serie finora, e pensiamo che la narrazione sia la più profonda e anche la migliore finora. Rimarrete incollati al vostro sedile fino alla fine, mentre Kait scopre i segreti che si celano dietro la sua eredità di locuste.

Portale 2

Il portale 2 deve avere una delle modalità multigiocatore locale co-op più sottovalutate di sempre.

Nel Portal 2, c’è solo un’apparecchiatura che è necessario conoscere e padroneggiare, ed è il dispositivo Portal Handheld di Aperture Science, o semplicemente conosciuto come Portal Gun. La pistola può creare due portali che sono collegati tra loro. Permette al giocatore di passare attraverso un muro ed uscire da un altro. Può portare con sé oggetti o tirare oggetti verso di loro da un’altra area che gli servono per risolvere una serie di rompicapi.

Si abita una donna di nome Chell che, dopo il risveglio dalla stasi, cerca di sfuggire al Laboratorio di Scienza dell’Apertura, che è una serie di camere di prova elaborate e labirintiche. Il laboratorio è sul punto di crollare e Chell ha a che fare con due IA erratiche che incontra mentre cerca di trovare una via d’uscita. Queste camere di prova sono come dei percorsi ad ostacoli meccanici in movimento. È necessario risolvere i puzzle spaziali con la pistola a portale per aiutare Chell a navigare attraverso queste camere in modo sicuro e ad avanzare nel gioco.

Sembra semplice, ma c’è un grande sviluppo del personaggio che accade, e la recitazione vocale è affascinante e di alto livello. La scrittura umoristica è al di sopra della media, e ci sono colpi di scena che vi faranno investire nella storia, il che ripaga tutto nell’atto finale. Gli enigmi sono brillanti ma non troppo frustranti, e ti fanno sentire molto intelligente dopo averli risolti.

Nella modalità cooperativa multigiocatore locale, tu e il tuo amico assumete i ruoli di una coppia di robot imbranati di nome Atlas e Peabody. Qui Valve ha posto molta enfasi sulla cooperazione e sulla necessità che entrambi i giocatori contribuiscano a completare l’obiettivo. Entrambi i giocatori hanno una pistola a portale come nella campagna per giocatore singolo, ma a differenza di quanto avviene in single-player, non saranno in grado di risolvere un puzzle e procedere senza l’aiuto dell’altro.

Conclusione

Questi sono i nostri preferiti e sono solo un piccolo assaggio dei migliori titoli in circolazione, anche se dobbiamo ammettere che è difficile trovare qualità a questo livello tra migliaia di altri buoni giochi multiplayer locali, e alcuni non così buoni. Ma state certi che i giochi della nostra lista appartengono alla crema del raccolto.

Il mercato dei giochi multiplayer locali non è molto ampio, e ogni tanto siamo fortunati, e ogni tanto esce un gioco killer che offre questa caratteristica nella sua componente multiplayer. Raramente vediamo una release AAA che include una configurazione locale nella meccanica del multiplayer. La maggior parte dell’attenzione va alla creazione di un’esperienza di gioco online senza soluzione di continuità, e non possiamo davvero biasimarli per questo.

Finché amici e familiari vorranno ancora incontrarsi, o venire da noi per giocare insieme, ci saranno sempre sviluppatori che realizzeranno giochi multiplayer locali. E con le tecnologie che migliorano e rendono possibile a più giocatori di collegarsi senza dover andare online, questi giochi multiplayer locali continueranno ad essere supportati e a prosperare. Sono una vera e propria esperienza di gioco sociale.

0 Shares:
You May Also Like
Read More

Miglior estensore WiFi

Un estensore WiFi è un dispositivo che si utilizza con un router per aumentare la sua portata, migliorare…
Read More

Miglior Monitor 2k Gaming

Miglior Monitor 2k (1440p) Gaming Cosa serve per fare un grande monitor da gaming 2k? Guardiamo le caratteristiche…
Read More

Migliori casse gaming

Una buona grafica può fare un gioco. Tuttavia, l’immersione totale richiede anche un audio eccellente. I suoni sono…