Cos’è il DPI del mouse

Ultimo aggiornamento su da Nicholas Frost

Ricordate i giorni in cui dovevate lavorare solo con un mouse meccanico per navigare sul vostro PC? Quello che ha un roller ball sotto di sé, che aiuta il movimento sul tappetino del mouse, e ha difficoltà a farlo senza di esso?

Mentre questo mouse dal passato non così lontano vi ha permesso di accedere alle funzioni dello schermo ad un ritmo molto più veloce rispetto alla navigazione dello schermo con le sole frecce della tastiera e i pulsanti delle schede, è dotato di un bonus di raccolta di particelle di polvere e alcune ciocche di capelli lungo il percorso. Sì, può essere piuttosto sgradevole. Con il tempo, tutta quella sporcizia bloccata all’interno influisce sulla reattività del mouse, quindi ogni tanto è necessario pulirlo.

Per fortuna, la tecnologia è in continua evoluzione, così che la maggior parte dei gadget generalmente migliora con il tempo. E poi, preferiresti tenere quel meccanismo a rullo su un deodorante, vero? L’onnipresente mouse per computer ha elevato il suo gioco di movimento e per questo motivo rimane uno strumento indispensabile nonostante le moderne capacità del touchscreen. La sua importanza non solo per il lavoro, ma soprattutto nel gioco d’oggi, dove è necessario affidarsi a un buon mouse, non può essere minimizzata. Infatti, il suo DPI è una delle considerazioni principali che possono essere cruciali per qualsiasi giocatore serio.

Sia che si utilizzi un tipo di mouse ottico o laser, il DPI è quello che si dovrebbe verificare quando si considera l’acquisto di un mouse da gioco. I mouse ottici di solito hanno la loro luce LED a infrarossi e una piccola telecamera a bit tramite un sensore CMOS, che consente loro di catturare migliaia di immagini in un secondo mentre si muovono. Un mouse laser, invece, funziona in modo simile, ma utilizza invece un raggio laser. In altre parole, l’unica differenza tra i due è la loro fonte di luce e il resto è un gioco da ragazzi.

In questo articolo ci concentreremo sull’uso del ruolo del mouse nel mondo del gioco. Prima di tutto, cosa significa DPI?

Cos’è il DPI del mouse per definizione?

DPI o Dots Per Inch è legato alla sensibilità del mouse, che è determinata dal movimento del cursore sullo schermo del computer che è dettato da come si muove il dispositivo del mouse. Siete in grado di saltare proprio accanto al punto con il minimo tocco o manipolazione dell’hardware del mouse? Il DPI del mouse vi indica la distanza in centimetri che il vostro movimento comporta. In un esempio, l’800-DPI coprirà 800 pixel di superficie dello schermo entro circa un centimetro dal movimento del mouse. In virtù di ciò, più alto è il DPI del vostro mouse, più piccolo sarà il movimento che richiederete con il vostro mouse.

Oggigiorno, il DPI viene anche chiamato Conteggi per pollice o CPI, quindi sono fondamentalmente uno solo e uguale all’altro. Nel frattempo, non si dovrebbe dare per scontato che avere un DPI più alto sia sempre l’ideale. Anche se questo vi avvantaggerà se giocate a giochi sparatutto in prima persona in cui volete puntare il vostro fucile da cecchino proprio su bersagli minuscoli zoomando sulla vostra arma, potrebbe rivelarsi troppo sensibile per essere maneggiato quando si gioca in vista normale. Non vorreste che la velocità del cursore passasse da zero a mille in continuazione. A seconda dello scopo, è possibile modificare la DPI in base alle impostazioni DPI del mouse per ottimizzarne l’uso.

In genere, i mouse da gioco hanno dei pulsanti DPI che possono essere regolati altrimenti, potete armeggiare con le impostazioni quando lanciate il mouse usando il centro di controllo della vostra tastiera. Molti giocatori professionisti optano per i DPI che vanno da 400 a 800. Questo permette loro di regolare con precisione le posizioni tracciate, dato il controllo del mouse. In questo modo, il mouse riesce a mantenere i dettagli anche quando si utilizza un’impostazione DPI inferiore. Ciò manterrebbe l’accuratezza del punto in cui ci si trova nel gioco. Ci sono programmi software per mouse come Razer Synapse, che permettono di effettuare regolazioni DPI con incrementi più stretti.

È necessario notare che non esiste un’impostazione DPI assoluta o standard perché il valore più ottimale dipenderà dalla risoluzione dello schermo, dalle dimensioni del corpo e dalla vostra destrezza. Potrebbero quindi essere necessari diversi esperimenti di prova ed errori per determinare il numero più adatto a voi.

DPI vs sensibilità del mouse

Mentre prima ho accennato al fatto che un DPI si riferisce alla sensibilità del mouse, queste due terminologie rimangono comunque distinte l’una dall’altra. Mettiamola così: il DPI del mouse è più per la mobilità hardware, mentre la sensibilità del mouse si riferisce al movimento che può essere regolato nel software. Con l’aumento della sensibilità del mouse, aumenta anche la velocità del movimento del mouse e quindi il mouse stesso richiede meno sforzo.

È possibile avere un elevato DPI del mouse con una bassa sensibilità del mouse. Questo significherebbe che si possono fare grandi movimenti con il mouse, che si tradurrebbero in delicate manovre nel cursore. Allo stesso modo, si può avere una sensibilità a gomito con i movimenti dello schermo, ma con un DPI più basso. Questo rende il rilevamento di piccoli movimenti una sfida, tuttavia, che il vostro sistema operativo compensa con un’azione non molto fluida con un cursore a scatti, se non addirittura brusco.

Perché l’accelerazione del mouse non è mai una buona cosa

L’accelerazione del mouse è probabilmente ciò di cui i giocatori professionisti vorrebbero fare a meno. Quando non c’è l’accelerazione del mouse, il cursore del mouse è in grado di corrispondere alla distanza precisa per pollice mentre muovono il mouse da gioco. Questo può essere limitato, tuttavia, solo in base alla destrezza delle mani. In ogni caso, si è poi costretti a muovere il mouse al di sotto del limite di velocità per raggiungere la precisione dei pixel. Per questo motivo, senza questa accelerazione, la vostra precisione e velocità non saranno limitate. In parole povere, il vostro cursore coprirà un centimetro di terreno quando spostate il mouse usando la stessa distanza. Questo varia però se si sposta il mouse molto più lentamente in modo tale che un pollice di azione del mouse si converte in circa un ottavo di pollice di distanza per il cursore.

Tuttavia, quando si muove il mouse ad una grande velocità, può anche causare un’accelerazione. Per illustrare, muovendo il mouse per 1 pollice che viene fatto molto più velocemente, il puntatore farà volare il cursore attraverso lo schermo di 10 pollici, che è 10 volte la distanza del vostro mouse. In questo scenario, il mouse è sopraffatto dalla sua velocità in modo tale che tende a sovracompensare tenendo conto anche di quelle piccole variazioni di luce, con il risultato che il cursore fa quei grandi salti sul display. In sostanza, questo incasina la memoria muscolare del mouse, per così dire, su cui molti giocatori contano per giocare con coerenza. Questo è vitale, dopo tutto, il mouse è praticamente l’appendice del vostro corpo che dovrebbe essere in sincronia con il resto dei vostri sensi che diventa istintivo, facendo una grande differenza nelle vostre prestazioni di gioco.

Accelerazione negativa

L’accelerazione negativa è negativa tanto quanto l’accelerazione in sé. Questo accade quando si muove il mouse lentamente, il che produce un effetto opposto sulla velocità di rotazione, facendolo muovere più velocemente in un gioco. Allo stesso modo, muovendo il mouse più velocemente, la velocità di virata risponde lentamente. Si colpisce la velocità massima in modo tale da annullare qualsiasi input oltrepassato.

Per illustrare questo, muovendo il mouse a, diciamo, 6 pollici su una data velocità, si esegue un turno completo in circostanze normali. Ma quando si fa questa manovra più veloce con la stessa distanza, l’effetto sarebbe solo di circa mezzo giro o 180 gradi, compromettendo la vostra precisione nel processo.

Vi chiederete allora perché esiste un tale fenomeno nel mondo dei giochi per PC. Dato il vostro tasso di polling (che approfondiremo più avanti), spostando il mouse un po’ troppo oltre i normali confini, il vostro mouse non riesce a tenere il passo in modo tale da inviare un valore inferiore alla vostra CPU nonostante la maggiore distanza. Si dice che questo fenomeno si riduce quando il mouse ha dei buoni sensori. Avere una cattiva superficie di tracciamento può anche aggravare la situazione.

Inoltre, si dice che i giochi contribuiscano essi stessi ad un’accelerazione negativa, in quanto limitano la distanza di svolta in un singolo fotogramma fino ad un certo limite. Per questo motivo, si raccomanda di aumentare il frame rate per evitare che ciò accada. Anche l’impostazione della grafica molto più bassa può essere d’aiuto, compreso lo spegnimento della sincronizzazione a v per annullare il frame rate.

Regolazione della sensibilità del mouse

Poiché la sensibilità del mouse può essere regolata nelle impostazioni del vostro software, ci sono 2 modi per farlo a seconda del tipo di computer che state utilizzando. Andare al pannello di controllo quando si gioca su Windows e individuare l’icona del mouse. Oltre alle sue impostazioni, scegliete tra le opzioni del puntatore dove potete regolare la velocità sotto la sezione di movimento. Potete anche disattivare l’impostazione per la precisione del puntatore se preferite avere un mouse più lento. Provate in seguito a testare la velocità del puntatore scelto. Una volta che siete soddisfatti, applicate e salvate le modifiche.

Nel frattempo, dovreste cercare le preferenze di sistema nel menu Apple quando giocate su un Macbook. Qui troverete il menu del trackpad, applicabile ai computer portatili Mac. Potete semplicemente scorrere su e giù sulla scheda Punta e clicca. Per i desktop Mac, scegliete invece il menu del mouse. Come per regolare la sensibilità del mouse su Windows, non dimenticate di bloccare le modifiche salvandole di conseguenza.

Alto DPI e un monitor ad alta risoluzione

Un DPI del mouse dovrebbe essere direttamente proporzionale alla risoluzione del vostro schermo. In altre parole, uno schermo ad alta risoluzione è meglio integrato da un elevato DPI del mouse. Per illustrare, un 600 DPI richiederà circa due pollici per spostarsi dall’alto verso il basso su una risoluzione dello schermo di 1920 X 1200. Se si raddoppia il DPI a 1200, sarà sufficiente muovere il mouse di un solo pollice per produrre la stessa risposta sullo schermo.

In parole povere, potete muovervi molto più velocemente su uno schermo ad alta risoluzione con un alto DPI del mouse, perché altrimenti avrete bisogno di un pad molto più grande per farlo. Se si utilizza lo stesso DPI su uno schermo a bassa risoluzione, sarà più difficile accedere alle piccole aree, proprio come quando si ha a che fare con un’alta sensibilità del mouse combinata con un DPI più basso.

Tasso di polling

Un altro elemento delle operazioni del mouse è il suo tasso di polling, che è la frequenza dei movimenti del cursore che vengono riportati al PC. Si misura in termini di hertz o Hz. Ogni hertz equivale a una segnalazione in ogni secondo. Ciò significa che un polling rate di 250hz riporterebbe la posizione del cursore anche 250 volte al secondo. Dovete sapere che potete anche tradurre gli hertz in termini di millisecondi. In questo modo, ad esempio, un polling rate di 125Hz avrà una frequenza di segnalazione di 8 millisecondi.

Ci si potrebbe chiedere come questo influenzi le prestazioni di un mouse e la sua relazione con il DPI. Quando si utilizza un tasso di polling più alto, ci sarà meno ritardo tra il movimento del mouse e l’azione del cursore. Tuttavia, sarà necessaria una maggiore capacità di elaborazione per consentire un tasso di polling più elevato. E proprio come il DPI del mouse, ci sono topi da gioco che consentono un tasso di polling variabile utilizzando un software speciale, alcuni dei quali sono regolabili su richiesta.

Scatto angolare

Proprio come l’accelerazione negativa, lo scatto angolare è uno dei peggiori incubi del giocatore. Ma cos’è esattamente? È la capacità del mouse di prevedere quando si intende prendere una linea retta anche se i movimenti non sono effettivamente rettilinei. In pratica è il mouse che corregge automaticamente le proprie supposizioni in un certo senso. Il vostro sensore del mouse deciderà contro il vostro movimento del mouse in base alla sua previsione.

Pensereste che questo dovrebbe essere un bene, giusto? Probabilmente può essere utile se state facendo un lavoro d’ufficio. Ma nella foga del gioco online, è a dir poco fastidioso. Immaginate questo: state per ottenere l’ultimo frag con lo zoom del vostro fucile da cecchino solo per essere “corretti” cambiando la mira. Purtroppo, la maggior parte dei topi ha questa spiacevole caratteristica.

In ogni caso, potete verificare se il vostro mouse ha un angolo che scatta abbastanza facilmente. Tutto quello che dovete fare è andare su MS Paint, o sulla sua controparte Mac a seconda del dispositivo del vostro computer. Scegliete lo strumento matita e usatelo per tracciare una linea orizzontale. Se il vostro mouse ha uno scatto ad angolo zero, l’output del vostro disegno dovrebbe mostrare meno di una linea retta. Un mouse che ha questa auto-correzione regolerebbe il vostro disegno della linea in modo tale da produrre una linea perfettamente retta.

Superficie del mouse

Il DPI del mouse può essere influenzato dalla superficie su cui si muove il mouse. Queste superfici piane includono tappetini per mouse, tappetini, tra gli altri. Il mouse può lavorare su una particolare superficie, ma non necessariamente si muove in modo uniforme come dovrebbe.

Una delle caratteristiche da verificare è la riflettività della superficie o la sua lucentezza, in quanto può influire sulla capacità di tracciamento, soprattutto quando si utilizza un tipo ottico. Un mouse laser può aiutare, ma ha problemi di tracciamento su superfici opache. Un’altra cosa da considerare è la consistenza della vostra texture superficiale. Non dovrebbe essere liscia su una sola parte, ma ruvida sull’altra perché vi renderà solo difficile muovervi con precisione.

La velocità della vostra superficie del mouse può essere una questione di preferenza. È naturale che desideriate una superficie che permetta una resistenza molto bassa quando muovete il mouse e, allo stesso tempo, potete fermarvi immediatamente quando necessario. Si può dire che questo dipenderà dal peso del mouse, che si vorrebbe avere una velocità più veloce se è più pesante.

Un’ampia superficie sarà migliore per il vostro mouse, che dovrebbe misurare almeno 10 pollici in lunghezza e larghezza. Se è di piccole dimensioni, potreste perdere secondi preziosi quando riposizionate il vostro mouse mentre siete costretti ad andare oltre il suo spazio ristretto. Altri potrebbero risolvere questo problema utilizzando una maggiore sensibilità del mouse, ma potrebbe compromettere la precisione del vostro mouse da gioco. Dato che lo spazio è limitato, si può prendere in considerazione l’acquisto di una tastiera più piccola per aiutare il vostro caso.

Anche la postura e il posizionamento della scrivania sono importanti. Dovreste assicurarvi che il vostro braccio non sia inclinato verso l’esterno, centrando correttamente il mouse. Questo renderà l’avambraccio parallelo al pavimento, il che creerà meno tensione al polso e al braccio.

Mantenere i cavi sotto controllo

Mentre ci sono sicuramente dei mouse senza fili, la maggior parte dei giocatori si attiene a quelli con fili. Tuttavia, un filo impigliato può diminuire la vostra precisione e limitare i vostri movimenti. Come tale, è necessario lasciare abbastanza filo allentato in modo che ci sia meno resistenza quando è necessario fare certi movimenti. È possibile utilizzare un bungee per mouse, che aiuta a fissare il cavo del mouse, fornendo un movimento completo e impedendo al tempo stesso che rimanga impigliato. Non è esattamente una soluzione perfetta, però, perché ci sarà comunque quella tensione variabile sul mouse quando viene utilizzato.

I mouse wireless, invece, sono fuori dall’equazione perché sono tipicamente soggetti a interferenze. Potete trovare un buon mouse wireless che può funzionare con il gioco online, ma può costare un bel po’. E inoltre, sono dotati di un peso extra in quanto sono alimentati a batteria.

Usando il mouse da gioco su FPS

È solo diverso quando si gioca a giochi 2D rispetto ai giochi sparatutto in prima persona. La precisione del cursore è limitata dalla risoluzione dello schermo nei giochi prospettici bidimensionali. In un gioco FPS, si ha una vista 3D che non è limitata dalla risoluzione del monitor, ma solo dalla velocità di virata del gioco che richiede movimenti più precisi. A questo proposito, si consiglia di scegliere un’alta DPI del mouse.

In alternativa, potete fare un input grezzo, che è una caratteristica con un rapporto di movimento 1:1 tra il vostro mouse e la vostra mano. Con questa opzione, non ci sarà né un ritardo né un’accelerazione, quindi diventa generalmente più vantaggioso per i giochi FPS. Poiché è “grezzo”, si ottiene l’input per il mouse direttamente da come si manipola il mouse stesso e non dal sistema operativo che può essere influenzato dalla posizione del cursore che limita la velocità di virata, diventando quindi incoerente.

Elementi che rendono il mouse da gioco migliore

Mentre il migliore varia in base allo scopo o al tipo di gioco giocato, si può dire che questo non lascia spazio all’accelerazione. Va notato che questo effetto indesiderato non si verifica solo nei mouse laser, perché di solito è causato dall’hardware utilizzato per la costruzione del mouse (ottico o laser). In ogni caso, ecco cosa si dovrebbe cercare in un mouse per il gioco al PC.

DPI basso del mouse

Generalmente, un DPI basso è preferito per il gioco. Anche se un DPI più alto sembrerebbe l’ideale nei giochi per PC perché è in grado di catturare più pixel in un’immagine, il che porta a una migliore varietà di colori, questo può sovraccaricare anche il mouse. I sensori di solito ricevono due tipi di segnale, ovvero la frequenza di base del rumore di fondo e i picchi, che vengono generati da una superficie tracciabile. Il minor numero di pixel con un basso DPI permette al mouse di distinguere facilmente questi due tipi di segnale, consentendo al mouse di lavorare molto più velocemente.

Elevato tasso di polling

Si vorrebbe un tasso di polling compreso tra 500 e 1000 hertz che permetta al mouse di segnalare più spesso per indurre il cursore a regolarsi con precisione.

Buona superficie

Quando si dispone di un mouse ottico , è meglio completarlo con un tappetino per mouse in tessuto . D’altra parte, si dovrebbe usare un tappetino per mouse più duro ma più sottile per i mouse laser, in quanto questo aiuterà a prevenire l’accelerazione del mouse.

Parola finale

0 Shares:
You May Also Like
Read More

I migliori giochi di corse

Cos’è esattamente un gioco di corse, e perché vorresti giocarci? Sembra ovvio; un gioco di corse è un…
Read More

Migliori Tavolette Gaming

Stiamo entrando in un periodo entusiasmante per il gaming. La possibilità di giocare su un dispositivo mobile con…
Read More

Migliori cuffie AMP e DAC

La maggior parte delle persone suppone che le cuffie già danno il meglio di sé senza l’uso di…