Come pulire una tastiera meccanica

Ultimo aggiornamento su da Nicholas Frost

Prima di immergerci nella discussione sulla pulizia, è necessario conoscere meglio alcuni componenti essenziali che compongono una tipica tastiera meccanica per capire meglio di cosa stiamo parlando.

  • Custodia

È il rigido guscio esterno che protegge il funzionamento interno della tastiera. Spesso serve anche come chassis, dove la maggior parte dei componenti interni sono attaccati.

  • Copritastiera

Sono parti di una chiave che entrano in contatto con le dita quando si digita su una tastiera . È dove si vedono i simboli identificativi dei caratteri alfanumerici o della funzione corrispondente per ogni tasto. Possono essere rimossi temporaneamente nelle tastiere meccaniche per una facile pulizia delle aree difficili da raggiungere o per personalizzarne l’aspetto.

  • Interruttore a chiave

E’ il meccanismo vero e proprio sotto il cappuccio della tastiera che, se azionato dalla pressione di un tasto, invia il segnale corrispondente per dire al computer quale carattere alfanumerico o funzione l’utente sta immettendo.

Ci sono diversi tipi di interruttori a chiave, ma i dattilografi e i giocatori li preferiscono tutti alle membrane delle normali tastiere per il loro più piacevole feedback tattile e la loro reattività.

  • PCB o circuito stampato

È il circuito in cui un segnale viaggia su circuiti stampati dall’interruttore fino al chip del controller della tastiera ogni volta che l’utente preme un tasto. A volte gli interruttori sono saldati o montati direttamente sul circuito stampato. In questa configurazione, sono chiamati interruttori a chiave montati su PCB e fissati con pin guida.

  • Piastra

I produttori a volte fissano gli interruttori a chiave in queste piastre o telai. Per questo motivo sono chiamati interruttori a chiave a piastra. Si tratta di un metodo più robusto e versatile per fissare gli interruttori a chiave in posizione e non ha bisogno di perni guida. Sono però più costosi.

Tastiere meccaniche contro le tastiere a membrana

Le tastiere più comuni in circolazione sono le tastiere a membrana, a cui si fa riferimento anche come tastiere normali o standard. Sono chiamate tastiere a membrana perché usano una gomma o uno strato superiore a base di silicone che ha una piccola forma a cupola sotto ogni tasto. Quando si preme un tasto, questo spinge la cupola abbastanza in basso da entrare in contatto con il PCB o il circuito stampato. Chiude un circuito che permette ad un segnale di viaggiare da quel tasto fino al chip del controller della tastiera.

Le tastiere meccaniche utilizzano lo stesso principio di base. La differenza è che utilizzano interruttori meccanici per ogni singolo tasto per occuparsi di tutti gli input e i segnali dell’utente che vanno al chip di controllo. Non stiamo entrando nel dettaglio di spiegare le tastiere a membrana, o i suoi pro e i suoi contro rispetto alle tastiere meccaniche.

Per quanto riguarda le differenze nella pulizia di entrambe, ci sono solo due cose da sapere.

  • La prima è che le tastiere meccaniche sono molto più costose delle tastiere a membrana. Questo è un buon motivo per cui è necessario prendersi cura di loro oltre agli ovvi problemi sanitari e di prestazioni associati ad una tastiera sporca.
  • Il secondo è che il più delle volte le tastiere a membrana non hanno cappucci rimovibili. La pulizia di una tastiera meccanica è diversa perché i loro cappucci possono essere tolti e risigillati, permettendo di raggiungere uno sporco che prima era inaccessibile per la pulizia.

Se è vero che anche le tastiere a membrana hanno bisogno di una pulizia ogni tanto, sarebbe più facile togliere tutto lo sporco dalle tastiere meccaniche grazie ai cappucci rimovibili. La pulizia di quest’ultima può essere un po’ più fusa e richiedere un po’ più di cura, ed è su questo che ci vogliamo concentrare.

Se possedete già una tastiera meccanica o state pensando di acquistarne una, abbiamo pensato a una guida completa su come tenerle pulite e in perfette condizioni.

Tastiere meccaniche 101

La caratteristica delle tastiere è che, pur essendo dispositivi di input fantastici e che esistono da secoli, possono anche essere dei terribili magneti per lo sporco e la polvere.

Quello sporco potrebbe trovare una casa sotto i vostri portachiavi, e potrebbe essere qualsiasi cosa. Dai peli di animali domestici o umani, alla vostra marca preferita di patatine fritte, alle briciole, a qualsiasi cosa decomponga i pezzi di sporco, la lista disgustosa continua.

L’umidità derivante da lozioni o oli, dal tenere un bicchiere d’acqua fredda, sudore, o qualsiasi cosa appiccicosa sulle dita e sui palmi delle mani, peggiora la situazione. Fanno sì che lo sporco e la sporcizia si attacchino più facilmente alle superfici e ai tappi delle chiavi. Inoltre, non aiuta il fatto che la plastica è ciò che costituisce la maggior parte delle tastiere, un materiale che tutti noi conosciamo e che tende a macchiarsi e a macchiarsi.

I produttori hanno progettato tutte le loro tastiere in modo tale che, sebbene molto funzionale, non aiuta a non sporcarle. La tastiera media di un computer ha 101 tasti disposti vicini l’uno all’altro in modo che ci siano degli spazi stretti tra di loro e attorno ad essi in cui si possano infilare dei piccoli pezzi di sporco. Alcuni di questi pezzi possono rimanere incastrati e altri riescono persino a passare sotto i tasti.

Una tastiera meccanica moderna ha il vantaggio di essere costruita per durare fino a dieci volte di più di una tastiera a membrana. Tuttavia, il vantaggio delle tastiere meccaniche è che la sporcizia influisce sulle loro prestazioni altrettanto rapidamente, molto prima che i loro meccanismi inizino a rompersi.

Una tastiera a membrana ha in effetti una durata di vita più breve, ma questo significa anche che non sarà possibile sfruttare tutta la durata che una tastiera meccanica porta con sé se inizia ad agire altrettanto velocemente a causa dello sporco.

Non si può aspettare che questo accada con le tastiere meccaniche. E dal punto di vista igienico, è anche una buona abitudine pulire regolarmente qualsiasi tastiera. Queste tastiere possono sporcarsi, e non si vuole che raggiungano il punto in cui diventano disgustose!

Alcuni Dos e Don’t prima di iniziare la pulizia

  • È sempre buona norma consultare prima il manuale della tastiera per vedere se può aver incluso alcune istruzioni per la pulizia che sono peculiari della loro marca o del particolare modello che si sta utilizzando.
  • Non usate tovaglioli di carta per pulire la tastiera. Sono ruvidi e possono lasciare piccoli graffi sulla superficie, e lasciano anche minuscole particelle di carta. È altamente preferibile utilizzare un panno in microfibra privo di pelucchi.
  • Evitare l’uso di aria compressa in scatola. Alcune persone potrebbero pensare che questo sia un ottimo strumento di pulizia da avere per le tastiere. Ma c’è il rischio che soffino un po’ di sporcizia negli interruttori a chiave stessi, il che potrebbe ostacolare gravemente il loro funzionamento.
  • Preparate in anticipo le cose di cui avreste bisogno. Abbiamo elencato le cose di cui avrete bisogno per l’entità del lavoro di pulizia che state pianificando di fare. Assicuratevi di averle a portata di mano prima di iniziare.

Gli elementi essenziali per la pulizia

Ecco una lista condivisa di cose tra cui potete scegliere che pensiamo siano essenziali da avere intorno a voi, a seconda dell’entità della pulizia che la vostra tastiera richiede.

  • Panni in microfibra

È diventato il panno standard per mantenere puliti i parafanghi della vostra auto o moto, allora perché non anche la vostra tastiera? Non graffiano la superficie della tastiera quando la si usa, e sono anche privi di pelucchi.

  • Keycap Puller

Perché usare un cacciavite a testa piatta o qualcosa di così invasivo quando si rimuovono i cappucci delle chiavi? Il motivo per l’utilizzo di un estrattore è come evitare di torcere e possibilmente danneggiare il cappuccio e lo stelo dell’interruttore a chiave. Inoltre non lasciano scalfitture o segni sui tappi.

Potete acquistarli online o in alcuni negozi di computer. Quelli più semplici con il foro per il pollice sono più economici e più piccoli, costano meno di un dollaro. I migliori sono i tirafili con maniglie che costano circa 4 dollari o più.

  • Aspirapolvere

Un aspirapolvere è il tuo amico per molti lavori di pulizia in casa e anche per le tastiere. Sono bravissimi ad aspirare la sporcizia. È semplicissimo.

  • Contatto Detergente per contatti o alcol isopropilico al 100%

Ne avrete bisogno per pulire e disinfettare la piastra e il PCB.

  • Compresse per la pulizia della protesi dentaria o liquido per il lavaggio delle stoviglie

Se miscelate con acqua, le compresse per protesi dentarie sono il modo più conveniente per pulire i tappi delle chiavi che avete rimosso. Non lasciano residui e fungono anche da disinfettante. Il liquido per il lavaggio dei piatti è l’alternativa successiva, anche se non altrettanto buona. Assicuratevi solo che il detersivo utilizzato sia delicato.

  • Ciotola

È il punto in cui si immergono i portachiavi una volta rimossi dalla tastiera.

  • Smartphone

Hai bisogno della fotocamera del tuo telefono per scattare una foto della tastiera che ti servirà come facile riferimento in seguito, quando inizierai a rimettere quei cappucci nel layout corretto.

Manutenzione preventiva

Avete mai provato a digitare un documento o un messaggio di chat, e uno o più caratteri continuano sempre a mancare nel vostro testo? O forse accade il contrario quando si cerca di digitare la parola “the,” e invece si ottiene “theeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee”, come se la tastiera avesse una vita propria. A volte digitare non è più bello come una volta, e qualcosa non va.

È probabile che la tastiera sia già troppo sporca e che abbia bisogno di un po’ di pulizia in ritardo. La sporcizia potrebbe aver iniziato a salire sui punti di contatto in modo che la pressione di un tasto non chiuda o completi il circuito affinché il segnale raggiunga il chip di controllo. Oppure potrebbe essere una situazione in cui un pezzo di sporco si è incastrato nel meccanismo e ha iniziato ad influire sulla corsa del tasto in modo che un tasto possa bloccarsi e non risalire rapidamente come prima. A volte questo rende il feedback tattile e la risposta tattile sembrano lenti e scomodi.

Ma non è necessario che si arrivi a quel punto. Se si continua a rimandare la manutenzione, a volte anche la pulizia potrebbe non far funzionare di nuovo normalmente la tastiera, e questo potrebbe essere costoso.

Pulizia esterna regolare

Per motivi igienici, è meglio pulire l’esterno della tastiera meccanica a intervalli regolari quando si inizia a sentire che sta diventando di nuovo icky. Così come fareste una doccia almeno una volta al giorno e vi lavereste le mani regolarmente per mantenervi puliti, volete assicurarvi che tutte le superfici esterne della vostra tastiera che vengono a contatto con la polvere, lo sporco e le vostre mani siano mantenute il più possibile pulite e carine.

Tenete presente, però, che ci sarebbe ancora un accumulo di sporcizia sulla piastra e sotto i cappucci della tastiera. Non c’è niente che si possa fare per evitarlo, anche se si può cercare di rallentare l’accumulo di sporco Prima o poi, la tastiera meccanica avrebbe bisogno di una pulizia più approfondita.

Prima di entrare in questo, però, lasciate che vi spieghi come mantenere puliti gli esterni della vostra tastiera.

Alcune cose di cui avrete bisogno:

  • Panno in microfibra umido
  • Panno in microfibra asciutto
  • Un aspirapolvere

1) Spegni il computer se non lo usi. Va bene lasciarlo in funzione per le attività in background senza richiedere l’uso di input da tastiera. Basta tenerli accesi per tutto il tempo necessario, ma non dimenticate di disconnettervi con il mouse non appena hanno finito.

2) Scollegare la tastiera dal computer. Se sono di tipo wireless, spegnetele prima con un interruttore che molto probabilmente si trova sotto la base. Si vuole evitare qualsiasi pressione accidentale dei tasti se il computer è ancora acceso.

3) Usate l’aspirapolvere per aspirare tutta la sporcizia che può dalla superficie, dal fondo e soprattutto tra le fessure intorno ai tappi dei tasti. Se avete un piccolo accessorio a spazzola, sarà più efficace per allentare un po’ di sporco che si è incastrato lì dentro.

4) Capovolgere la tastiera e scuoterla energicamente, alternando il movimento da un lato all’altro e il movimento su e giù. Potrebbe liberare più sporcizia che il vuoto potrebbe aver perso. Assicuratevi solo di non colpire nulla che possa danneggiarla o viceversa.

5) Ripetere i passi 3 e 4, se necessario. Assicuratevi solo di passare l’aspirapolvere e di pulire lo sporco che è caduto sull’area circostante, come la scrivania, la sedia e il pavimento.

6) Prendete uno dei panni in microfibra e immergetelo in acqua. Strizzarlo accuratamente per rimuovere l’acqua in eccesso. Assicuratevi che non sia troppo bagnata perché non volete che l’acqua penetri e danneggi le parti delicate.

Prendete il vostro panno in microfibra umido e iniziate a pulire tutta la sporcizia da qualsiasi superficie della tastiera si possa raggiungere, comprese le aree intorno alla cassa, la parte superiore e tutti i lati di ogni tappo della tastiera.

7) Infine, strofinare via l’umidità in eccesso con un panno in microfibra asciutto.

8) Una volta che vi siete assicurati che tutto sia asciutto, potete ricollegare la tastiera al computer.

Gestire le fuoriuscite

Quindi state lavorando su un documento e digitando senza cura, e poi improvvisamente volete un sorso d’acqua. Senza distogliere lo sguardo dallo schermo, cerchi di prendere un bicchiere d’acqua accanto a te. Invece, lo rovesci accidentalmente e ne rovesci la maggior parte del contenuto sulla tastiera.

Appena questo accade, la prima cosa da sapere è di non premere MAI uno dei tasti. C’è la possibilità di danneggiare il microcontrollore a 8 bit e la porta USB che si vuole evitare. Questo significa evitare di prendere un pezzo di stoffa o uno straccio per pulire la fuoriuscita mentre la tastiera è ancora collegata. Sarebbe il primo impulso di chi non è consapevole del rischio di danni all’hardware.

1) Scollegare la tastiera il prima possibile. Se si tratta di una tastiera senza fili, spegnetela immediatamente e rimuovete le batterie.

2) Portatela in un’area come un lavandino o la doccia, dove potete capovolgerla e lasciare che il liquido fuoriesca. Potete lasciarlo o aspettare per un po’ e lasciare che la gravità faccia il suo lavoro.

3) Appena smette di sgocciolare, agitate vigorosamente la tastiera mentre è ancora capovolta per rimuovere il più possibile il liquido in eccesso.

4) Quando siete soddisfatti, potete rimuovere con un panno asciutto tutto il liquido rimanente che notate sulle superfici. Siate consapevoli, tuttavia, che ci sarebbe ancora un po ’di avanzo sul piatto e sotto i tappi per le chiavi. È meglio lasciarlo evaporare durante la notte per essere sicuri che non rimanga umidità prima di ricominciare ad usarlo.

5) Se pensate che sia completamente asciutto, allora potete ricollegarlo. È probabile che la tastiera funzioni ancora.

Per altri tipi di liquidi come tè, soda, caffè, ecc, dovrete fare un lavoro più accurato di pulizia della tastiera.

Pulizia accurata

A volte non basta pulire regolarmente l’esterno. È una pratica molto igienica, ma col tempo i pezzi di sporco possono accumularsi in zone più difficili da raggiungere e possono causare gravi problemi di prestazioni. Bisogna entrare lì dentro per raggiungere lo sporco più ostinato. Bisogna anche pulire la tastiera più accuratamente se accidentalmente si rovescia qualcosa che è appiccicoso o che lascia dei residui.

E per questo, è necessario rimuovere i cappucci della tastiera per fare un lavoro più approfondito per sbarazzarsi di tutto il fango sulla piastra e gli interruttori meccanici. Permette anche di pulire gli spazi all’interno dei cappucci delle chiavi, quindi tanto vale farlo mentre ne avete la possibilità.

Ma prima dovrete preparare alcune cose prima di poter procedere.

Cose di cui avrete bisogno:

  • Panno in microfibra umido
  • Panno in microfibra asciutto
  • smartphone
  • A portachiavi pick
  • Una ciotola
  • Liquido per dentiere o lavastoviglie
  • Aspirapolvere
  • Soft-spazzolino da denti a setole
  • Detergente a contatto o alcol isopropilico al 100%
  • Q-tip

1) Di nuovo, se non si usa il computer per altre cose, allora spegnetelo per risparmiare energia.

2) Scollegare la tastiera dal computer o spegnerla se è wireless.

3) Se non siete esattamente sicuri del posizionamento dei tasti, tirate fuori il vostro smartphone e scattate una foto della tastiera con esso prima di rimuovere i cappucci. Potete usare la foto in seguito come riferimento per il layout.

4) Con il tirachiavi, rimuovete i tasti uno per uno con la massima delicatezza possibile. Mettetele tutte nella ciotola. Anche in questo caso, si consiglia di utilizzare questo dispositivo piuttosto che un cacciavite a testa piatta o un coltello.

Siate anche consapevoli del fatto che alcune delle chiavi più grandi, come la barra spaziatrice o la chiave di ritorno, potrebbero utilizzare barre stabilizzatrici in metallo o fili che ne renderebbero più difficile la rimozione. Se avete problemi con questi, potete lasciarli lì e pulirli con un panno in microfibra umido in seguito. Nel frattempo, non toccateli ancora fino al punto 7.

5) Riempite la ciotola con acqua e sciacquate via la maggior quantità possibile di sporcizia. Ripetere questo procedimento se necessario.

6) Riempite di nuovo la ciotola con acqua e questa volta aggiungete delle pastiglie per la pulizia della dentiera. Potete sostituire i detersivi per piatti. Lasciate i cappucci delle chiavi in ammollo per almeno 6 ore.

7) Usare uno spazzolino da denti pulito per pulire ulteriormente e sciacquare accuratamente ogni portachiavi. Strofinare ciascuno di essi con un panno in microfibra e metterli a testa in giù per far evaporare l’umidità residua. È meglio lasciarli così per tutta la notte, preferibilmente in una zona sicura dove nulla possa manometterli.

8) Nel frattempo si può lavorare sul corpo della tastiera che ora è stato aperto senza i tappi.

Usare l’aspirapolvere, preferibilmente con un piccolo accessorio a spazzola per aspirare lo sporco sciolto dalla piastra o dal PCB. Poi lavorate sul resto della custodia ai lati e sul fondo.

9) Spazzolare la piastra circostante e gli interruttori a chiave con uno spazzolino morbido se si dispone di interruttori a chiave di tipo a piastra. Fate attenzione a non premere gli steli degli interruttori, in quanto ciò potrebbe spingere la sporcizia all’interno degli interruttori. Non si vuole che la sporcizia interferisca con il meccanismo all’interno in seguito.

10) Aspirare accuratamente la piastra o il PCB un’ultima volta.

11) Per sterilizzare la piastra di eventuali batteri, utilizzare un Q-tip con alcol isopropilico. Si noti che i Q-tip possono rimanere impigliati su qualsiasi cosa appuntita e lasciare fibre di cotone. Fate attenzione che ciò non accada. Immergerli in alcool isopropilico e iniziare a tamponare la piastra e i lati degli interruttori.

Se volete pulire anche il PCB, specialmente se gli interruttori sono montati su PCB, allora potete usare i Q-tips immersi nel detergente per contatti.

Come con lo spazzolino da denti, non potremo mai sottolineare abbastanza spesso quanto sia importante non far entrare lo sporco negli interruttori attraverso gli steli durante la pulizia della piastra e del PCB.

12) Coprite tutta la tastiera con un panno in microfibra pulito e inutilizzato per evitare che raccolga polvere mentre aspettate che i cappucci dei tasti si asciughino. Non è consigliabile capovolgere la tastiera perché potrebbe premere sugli steli e permettere alla polvere di entrare negli interruttori.

13) Il giorno successivo, è possibile risigillare tutti i portachiavi utilizzando la foto scattata come riferimento. Controllate due volte per assicurarvi di non aver fatto confusione.

14) Pulite di nuovo l’intera tastiera con un panno in microfibra pulito e umido.

15) Con un altro panno in microfibra asciutto, strofinare accuratamente l’eccesso di umidità, e dovrebbe essere tutto!

16) Collegate la tastiera al computer e verificate se tutto è in buono stato di funzionamento.

Con tutte le pulizie fatte, è importante conservare la maggior parte degli articoli per la pulizia che avete usato qui in un unico posto in modo da ricordare dove prenderli ogni volta che si pulisce la tastiera.

Altre cose eleganti

Ci sono altre cose eleganti che potete acquistare per mantenere la vostra tastiera in perfetta forma. Questi articoli non sono obbligatori, ma pensiamo certamente che valgano la pena di essere presi in considerazione.

  • Copritastiera

La prima cosa che viene in mente è un copritastiera ed è il modo più semplice ma sicuro per tenere lontano sporco e polvere mentre non lo si usa. È molto pratico, e pensiamo che sia una delle cose essenziali che si possono ottenere per la propria tastiera. Se si può acquistare solo una delle cose qui menzionate, allora deve essere proprio questa.

  • Kit di spazzole

Ci sono anche kit di pulizia che hanno un set di spazzole per tastiera antistatiche specializzate che sono disponibili in molte forme e dimensioni. Sono più efficaci di uno spazzolino da denti ingombrante. Questi spazzolini specializzati permettono di raggiungere aree più piccole e strette che altrimenti uno spazzolino da denti non può raggiungere.

  • Gel detergente
  • Aspirapolvere per tastiere
  • Se trovate un normale aspirapolvere domestico troppo ingombrante, ce ne sono di minuscoli e ricaricabili progettati esclusivamente per le tastiere. Naturalmente, avranno il vantaggio della portabilità e della facilità d’uso, e sono abbastanza robusti per pulire le tastiere, mentre un aspirapolvere per uso domestico sembrerebbe eccessivo. E grazie alla loro portabilità, si possono riporre in uno spazio più piccolo insieme all’altro kit.

    Buone e cattive abitudini

    È sempre a nostro vantaggio, adottando alcune buone abitudini per qualsiasi cosa facciamo e lasciando perdere quelle cattive.

    Con le tastiere, è sensato fare una pulizia approfondita ogni due mesi circa. Meno di tre mesi di intervallo tra una pulizia pesante e l’altra sembra molto ragionevole.

    Se si può fare un po’ di pulizia facile prima di usare la tastiera, perché no? Non lasciate passare una settimana senza fare qualche pulizia leggera almeno una volta. Rendetela una pratica di routine, e sembrerà più gestibile una volta che vi sarete abituati. Dovete assumere una posizione di pulizia proattiva piuttosto che reattiva, quindi non aspettate che sia troppo sporca prima di fare qualcosa.

    Un’altra cosa che si vuole praticare sono le corrette abitudini alimentari. A volte bisogna lavorare con la tastiera per ore e ore. Potresti scrivere qualcosa di lungo, o potresti fare una maratona di giochi online. Sei solo un essere umano, e hai anche delle esigenze di base. A un certo punto, durante quelle lunghe ore, avrai fame o sete.

    Tuttavia, non potete prendere nachos o Cheetos, o qualsiasi altro cibo, e iniziare a leccarvi le dita con le labbra mentre digitate. Ti rovina la tastiera, per non parlare di quanto sia poco igienico. Dovete smetterla. Gli studi hanno dimostrato che gli alimenti che si trovano sotto i tasti possono essere un terreno fertile per i batteri. Ciò significa che bisogna lavarsi le mani prima di mangiare e lavarle dopo prima di usare di nuovo la tastiera.

    È meglio avere vicino un piccolo asciugamano o un panno pulito che si possa usare per asciugare le mani. Lo stesso vale per il bere, specialmente per le bevande fredde che bagnano le mani. Bisogna tenere le mani il più possibile asciutte prima di toccare la tastiera e iniziare a digitare.

    Pensieri finali

    Come potete vedere, non dovete fare ogni volta una pulizia profonda, a meno che non permettiate alla vostra tastiera meccanica di diventare troppo sporca. Il compito diventa più facile se si puliscono più spesso gli esterni della tastiera. Ci vorrebbero solo pochi minuti, ma si può prolungare il tempo prima di doverla riaprire per un lavoro di pulizia completo.

    0 Shares:
    You May Also Like
    Read More

    Migliori poggiapolsi gaming

    Come un giocatore che crea la configurazione di gioco definitiva, ci sono alcune cose che probabilmente prenderai in…
    Read More

    Miglior monitor Freesync

    Che senso ha ottenere componenti costosi per il vostro sistema PC se non avete un monitor di gioco…
    Read More

    Cos’è il DPI del mouse

    Ricordate i giorni in cui dovevate lavorare solo con un mouse meccanico per navigare sul vostro PC? Quello…
    Read More

    Tastiera Meccanica o a Membrana?

    Sin dall’arrivo dei personal computer, le tastiere sono sempre state una parte essenziale del loro utilizzo. Le tastiere…
    Read More

    Migliori giochi open world

    Nel corso dei decenni, abbiamo assistito a un significativo miglioramento nel mondo dei videogiochi. Con l’emergere del concetto…